Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Via Massimo D'Azeglio

LUCIO DALLA, in ricordo: via D’Azeglio diffonderà il suo canto

Questa la proposta avanzata da Benedetto Zacchiroli, consigliere comunale e amico del cantautore. Così i suoi più intimi vorrebbero omaggiarlo: le sue canzoni ad accompagnare il ritmo della città

La città piange Lucio Dalla e si prepara a dargli l’ ultimo saluto, domani probabile camera ardente e domenica i funerali (San Petronio la chiesa più papabile). Intanto i suoi amici più stretti son all’opera per omaggiare l’uomo scomparso, l’artista che ha lasciato un segno profondo nel panorama della musica mondiale (ieri notizia ha fatto il giro del globo in poche ore, ndr).

PROPOSTA IN RICORDO. E’ del consigliere comunale del Pd, Benedetto Zacchiroli, molto legato a Dalla, la proposta di ‘poter risentire la voce di Lucio.’ Il progetto cui ambiscono i più intimi del cantante è, infatti, quello di sonorizzare via d'Azeglio, "in modo tale che tutte le sera al tramonto la  voce  di  Lucio  accompagni  la  fine della giornata di chi passerà per quella  strada, cerniera tra la sua casa e quella Piazza”, piazza Grande, da lui tanto amata.

Così ha spiegato Zacchiroli oggi a palazzo D’Accursio, in seduta, ricordando colui che descrive “un fratello e un padre”. Poi il consigliere si è abbandonato ai ricordi: “ Ieri  sera,  tornando a casa pensavo: è come se mancasse qualcosa in città. Manca  qualcosa.  Realizzi lentamente ma con chiarezza quanto Lucio Dalla fosse un patrimonio comune, un patrimonio condiviso che partendo da Bologna e dai suoi tetti ha viaggiato per il mondo intero. Te  ne  accorgi  quando arriva a telefonarti l'ambasciatore del Brasile per dirti  che il suo Paese e i suoi cantanti piangono la morte di un amico.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LUCIO DALLA, in ricordo: via D’Azeglio diffonderà il suo canto
BolognaToday è in caricamento