rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

LUCIO DALLA, La salma torna a casa. Domenica i funerali

Intanto Bologna piange il suo artista: ieri sera 'veglia' cantata in piazza. Funerali attesi tra sabato e, più probabilmente, domanica, nel giorno del suo 69° compleanno

Non poteva mancare lei, Piazza Maggiore, la ‘sua’ piazza Grande a ricordare Lucio Dalla, morto ieri mattina in Svizzera per un infarto. Ieri serata di ‘veglia’ proprio lì, nel cuore della città, che il cantautore immortalò nei suoi brani. Ma si è trattato di una veglia alla ‘sua maniera’: un gruppetto di ragazzi, riuniti sul Crescentone, a cantare le canzoni, che sono sopravvissute a lui.
Oggi, intanto, la salma di Dalla sarà trasferita a Bologna da Losanna, dove partirà alle 10.30. Nella camera mortuaria cappella Saint-Roch, dove è custodito il corpo dell'artista bolognese, ci sono al momento circa dieci tra amici e collaboratori di Dalla che stanno organizzando la partenza.
Poi la possibile camere ardente allestita nel capoluogo felsineo, e "i suoi funerali o sabato o domenica, giorno del suo compleanno", come ha fatto sapere l'avvocato Eugenio D'Andrea. Mentre il sindaco di Bologna Virginio Merola ha tenuto a specificare: ‘L’Amministrazione è già al lavoro affinchè la città possa salutarlo al meglio’. Intanto varie le ipotesi sul luogo delle esequie.

Folla e fiori sotto casa di Lucio Dalla

BOLOGNA IN LUTTO. La città tutta ieri aveva un che di funesto, attonito. La notizia di questa morte improvvisa ha lasciato increduli e commossi in tanti: dai fan, al mondo della musica, ai suoi concittadini.
Via D'Azeglio, dove Dalla abitava da anni, è stata meta di affezionati per tutto il pomeriggio: fiori e biglietti sono comparsi davanti al portone del numero 15, a dimostrazione dello stretto rapporto che Dalla viveva con i bolognesi. 'E' morto il lupo più buono d'Italià, 'Ciao Lucio, un altro angelo che porta l'ombra delle due torrì, 'Lucio te vogliamo bene assaje, e' una catena ormaì, alcuni dei biglietti lasciati sotto casa. Lo ricordano emozionati i vicini: "Non importa con chi stesse parlando, se un giornalista o un collega famoso. Quando ti incontrava aveva sempre una parola sincera per tutti".

Lucio Dalla, la morte sui media di tutto il mondo

IMPROVVISA SCOMPARSA. Commossi e increduli raccontano le ultime ore di vita del cantante i suoi amici e lo staff. La sua assistente esterrefatta ha riportato: "Ieri sera dopo il concerto di Montreaux era contento di come era anda. Stamattina si è svegliato, ha fatto colazione, un paio di telefonate", poi si è sentito male. Così improvvisamente, intorno alle. Tra lo sconcerto dei presenti.

IL SUO ULTIMO PROGETTO. Dopo il festival di Sanremo, Dalla era impegnato da pochi giorni in un tour internazionale che avrebbe concluso il 30 marzo a Berlino. La tournee era cominciata a Lucerna il 27 ed era proseguita la sera successiva a Zurigo. Quindi ieri la tappa di Montreux. Il tour seguiva la recente pubblicazione di 'Questo e' Amoré, doppio cd contenente alcune perle nascoste della sua sterminata discografia, e la produzione e realizzazione di 'Nani'' e altri racconti....', il nuovo album di Pierdavide Carone. Il tour europeo era una consuetudine che si ripeteva dai primi anni '80 a intervalli regolari e che poneva il cantautore tra gli artisti meglio radicati tra le preferenze delle platee europee piu' attente.

A noi piace ricordarlo così, insuperabile interprete, in uno dei suoi maggiori successi: 'Caruso' live


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LUCIO DALLA, La salma torna a casa. Domenica i funerali

BolognaToday è in caricamento