rotate-mobile
Cronaca

Lucio Dalla, funerali: Bologna al lavoro per "ricordarlo al meglio"

La data delle esequie non è ancora fissata, ma l'amministrazione è al lavoro affinchè l'artista venga salutato con affetto dalla città, che 'portò con orgoglio nel mondo'. Parole di gratitudine dalle istituzioni

Cittadini comuni e personaggi noti, uniti dalla commozione, affidano ai social network parole di stima e affetto per Lucio Dalla, morto questa mattina, stroncato da un infarto fulminante, che non aveva dato avvisaglie.
Bologna, la città che da una vita ha adottato l’artista, che il prossimo marzo avrebbe compiuto  69 anni, si prepara a salutarlo in grande. Ancora non è fissata la data per i funerali, ma i preparativi già fervono in attesa che la salma faccia rientro dalla Svizzera. La notizia arriva dal primo cittadino Virginio Merola, che attraverso una nota ha annunciato: “L’Amministrazione è impegnata affinché la città possa ricordarlo al meglio". Un tributo che il capoluogo felsineo vuole dare a colui che – per dirla con le parole del sindaco – è stato l’”orgoglio di Bologna nel mondo…Fondamentale  il  suo  contributo  nel  percorso  che ha portato il capoluogo felsineo ad ottenere il riconoscimento di Città Creativa della Musica UNESCO”.

Lucio Dalla, la morte sui media di tutto il mondo

PAROLE D'AFFETTO E GRATITUDINE DALLE ISTITUZIONI.  Alle parole di Merola si unisce il cordoglio delle istituzioni tutte, Il presidente della Regione Vasco Errani: "Sinceramente colpito dalla scomparsa di uno dei più importanti artisti ma anche di un grande emiliano, appassionato della sua terra e della sua Bologna".  “Con lui – dice ancora Errani - se ne va uno dei più importanti artisti italiani, non solo musicista ma anche poeta, protagonista di eventi culturali e grande emiliano, appassionato della sua terra e della sua gente, della sua Bologna cui ha dedicato tante composizioni e da cui non si è mai allontanato, condividendo generosamente con i suoi concittadini tanti momenti di vita sociale e civile”.

TUTTE LE NEWS: DAL RICORDO AI FUNERALI

Lucio Dalla, una vita per la musica

Non ci sono foto disponibili.


“Lucio Dalla ci lascia un patrimonio immenso di composizioni indimenticabili – ha commentato così l’assessore regionale alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Massimo Mezzetti -, ma tanto ancora avrebbe potuto darci: la sua scomparsa è un duro colpo per la cultura del nostro Paese. La sua vitalità ci mancherà tantissimo, la sua musica continuerà ad accompagnarci”.
Parole di ammirazione anche da parte della Presidente della Provincia di Bologna, Beatrice Draghetti, che ha ricordato come “Bologna perde all'improvviso una delle figure più rappresentative della sua cultura. Ricorderò Lucio Dalla sempre con grande affetto per la sua musica, per come ha raccontato Bologna, per la sua gentilezza di uomo e di artista.”

"Per il Paese e tutto il mondo della cultura è un pezzo di storia che se ne va. Per la città di Bologna è una bandiera spezzata. Per l'Ateneo è la perdita di uno dei suoi più cari laureati. Per me, personalmente, è la scomparsa di un amico". Così Ivano Dionigi, rettore dell'Universtà di Bologna, dove il cantante si laureò ad honorem nel 1999 in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucio Dalla, funerali: Bologna al lavoro per "ricordarlo al meglio"

BolognaToday è in caricamento