rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Addio a Luki Massa: muore a 54 la regista e attivista LGBT

Dopo una lunga malattia è morta questa mattina presso l'Hospice Bellaria. E' stata direttore artistico dei festival "Divergenti" e "Some prefers cake"

Addio a Luki Massa, attivista politica LGBT, regista e direttore artistico dei festival "Divergenti" e "Some prefers cake". Dopo una lunga malattia è morta questa mattina presso l'Hospice Bellaria a 54 anni.

"Fosti la prima lesbica attivista che conobbi arrivata a Bologna. Misi piede in Via Falegnami 3, ed era la mia prima volta in un gruppo di femministe e lesbiche. Era il 3 Maggio del 1999 e da allora migliaia di battaglie e tu sempre presente, energica, indipendente, forte e bellissima" scrive oggi di lei l'ex consigliera comunale avvocata e attivista LGBTQ Cathy La Torre "oggi il Movimento, noi donne, perdiamo una compagna straordinaria. Ma sei sempre un soffio d'aria che porteremo nel cuore Luki bella".

"Desidero unirmi al cordoglio per la scomparsa di Luki Massa, attivista lesbica e direttrice di due festival internazionali che, grazie al suo lavoro, si tenevano a Bologna. Con i due festival, Some Prefer Cake e Divergenti, lo sguardo del cinema internazionale a tematica lesbica e trans è arrivato nella nostra città" ha scritto in una nota l'assesore alle pari opportunità e alle differenze di genere Susanna Zaccaria "il Comune di Bologna ha sempre sostenuto queste due iniziative nel solco della tradizione di città aperta alle tematiche Lgbt. Un abbraccio anche a tutte e tutti coloro che in questi anni hanno lavorato con Luki e che dovranno sopportare la sua perdita".

"Era una persona di cuore, dolce e determinata" ha scritto il senatore PD Sergio Lo Giudice "ed era parte di un processo di liberazione che andrà avanti grazie anche al suo contributo. Ciao Luki, ci hai dato tanto".

"Questa mattina Luki ci ha lasciati. Salutiamo la compagna, l'amica, l'attivista, l'agitatrice culturale. Salutiamo la tenacia e la fierezza, la dolcezza e il sorriso ostinato" si legge sulla pagina Facebook del cassero LGBT Center.  

"Luki, bella, forte, caparbia" si legge sull apafina Facebook di Arcilesbica Bologna "hai vissuto intensamente, hai tessuto reti e lottato sempre. Il tuo ciuffo di capelli neri e i tuoi occhi sorridenti, ciao Luki". 

"Con la sua infaticabile attività culturale, sociale e intellettuale ha contribuito a far nascere e vivere a Bologna delle iniziative culturali e artistiche che hanno contribuito ad arricchire il panorama culturale della nostra comunità. Ai suoi famigliari, a quanti l'hanno conosciuta vanno le mie più sentite condoglianze" ha scritto la presidente dell'assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera.

Studiosa di storia e cultura lesbica, sceneggiatrice e regista, tra le sue produzioni: Rapido finale con passione, 1999, è stato proiettato e premiato in numerosi festival europei, americani e canadesi. Que sera sera, 2003. Split, 2007, premio come migliore sceneggiatura al Festival International du Film Lesbien & Féministe de Paris.

Attivista politica lesbica, fondatrice di Fuoricampo Lesbian Group, ha partecipato all'organizzazione di numerosi eventi in Italia e all’estero. Web designer e grafica, si dedicava anche alla fotografia. Ha esposto proprie opere in mostre personali e collettive in Italia, Spagna e Francia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Luki Massa: muore a 54 la regista e attivista LGBT

BolognaToday è in caricamento