Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Via alle luminarie: si accendono l'albero di Natale e 'Futura' in via D'Azeglio | VIDEO

L'orario non era stato reso noto per evitare assembramenti

 

Si sono accese alle 17, senza una vera cerimonia a causa delle restrizioni anti-Covid, ma hanno comunque prevedibilmente attirato l'attenzione dei bolognesi le nuove luminarie di via D'Azeglio dedicate (di nuovo) ai versi di Lucio Dalla in occasione della festività natalizie.

A due anni di distanza dalla prima installazione con le luminarie che riportavano il testo di "Caro amico ti scrivo", tornano i versi del cantautore bolognese in via D'Azeglio. Da questo pomeriggio si sono accese le luminarie, questa volta del testo di un altro grande successo, "Futura", proprio sulla strada dove visse.

Tornano quindi i versi di Dalla dopo un anno di 'pausa': l'anno scorso infatti l'iniziativa vide il testo di "Nessuno vuol essere Robin" di Cesare Cremonini. L'iniziativa, giunta ormai alla terza edizione, è promossa dal "Consorzio dei commercianti di via D'Azeglio pedonale", insieme a Comune di Bologna, Fondazione Lucio Dalla, Fondazione Sant'Orsola e Ascom Bologna.

Come da tradizione, le luminarie saranno messe all'asta e vendute a scopo benefico a favore del policlinico Sant'Orsola. L'installazione iniziale che riporta il titolo della canzone, "Futura", è a cura dell'artista Pablo Echaurren.

In contemporanea si è acceso anche l'albero di Natale in piazza Nettuno a Bologna. Anche in questo caso non era prevista una vera e propria cerimonia inaugurale e neanche un orario di accensione, per evitare assembramenti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento