rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024

Ancora un lupo avvistato: stavolta tra le macchine di un parcheggio a San Lazzaro | VIDEO

Un'altra segnalazione di un esemplare vicino al centro abitato. Tanti gli allarmi da più Comuni del territorio bolognese, ma il numero di casi reali rimane basso

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Un altro lupo avvistato mentre scorrazza vicino a un centro abitato. Stavolta la segnalazione proviene da San Lazzaro, nella frazione Idice. Nel video girato da un lettore, si vede l’animale al centro di una delle corsie del parcheggio di via Betti, alle porte del Comune e a pochi passi da via Emilia, che si infila tra le macchine appostate, fiuta qualcosa nel prato, poi attraversa la strada e si ributta nei campi. Incontri ravvicinati di questo tipo sono piuttosto rari, dato che il lupo è una specie che solitamente si tiene lontana da case e persone. Nel Bolognese i casi accertati ci sono stati, anche se sono più frequenti le segnalazioni che finiscono in nulla. Lo scorso gennaio nella campagna tra Anzola e Zola Predosa il passaggio di uno o più esemplari era stato accertato dal ritrovamento di alcuni cavalli azzannati. Mentre solo nei giorni scorsi un paio di allerte sono arrivate da Castel San Pietro Terme alla Polizia Locale della Città Metropolitana e ai Carabinieri della stazione locale.

"Tantissime suggestioni da 'ansia da lupo'"

“Tantissimi casi si rivelano però suggestioni incentivate dall’ ‘ansia da lupo’”, rassicura il comandante della stazione di Castel San Pietro Terme Pierluigi Raimondo, specificando che le segnalazioni si limitano sempre ad avvistamenti e non si sono mai verificati, almeno nel Comune di pertinenza, attacchi alle persone.

 Molta preoccupazione viene invece alimentata sui social network, dove chi ha visto un lupo condivide le foto o il video dell'incontro causando apprensione e fraintendimenti. Chi si occupa specificatamente della fauna selvatica (lupi, ma anche attraversamenti di cinghiali, cervidi e segnalazioni di caccia indisciplinata) sono la Regione Emilia-Romagna e la Locale Metropolitana. Quest’ultima ha il compito non soltanto di verificare sul territorio caso per caso ma anche di assicurare la preservazione della specie, che è particolarmente protetta da leggi nazionali ed europee e per la quale il bracconaggio e l’avvelenamento costituiscono la minaccia più grande. L’ultima indagine disponibile, risalente al 2009, ha rivelato la presenza di una sessantina di esemplari in dodici zone sparse per tutto l’Appennino bolognese, dalle montagne fino alla prima collina.

Pianoro, la denuncia: "Ucciso un lupo sparando vicino alle case, mio figlio scioccato"

Una specie che ha ricolonizzato la pianura

Ma se una volta ritrovarselo vicino casa era molto improbabile, ormai da tempo il lupo “ha ricolonizzato aree abbondantemente modificate dalla presenza umana come la pianura, una delle zone meno boscose d’Europa e con densità abitativa più alta”, avevano spiegato Luigi Molinari, collaboratore del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, e Sonia Braghiroli, funzionaria dell’Ufficio caccia e pesca della Regione, durante un convegno dedicato proprio a questa specie. “È un animale estremamente adattabile e, in questi contesti, ha imparato a sfruttare diversi tipi di risorse alimentari e a selezionare le poche aree di rifugio disponibili”.

Cosa fare e cosa non fare in caso di avvistamento lupi

È sempre quindi bene tenere a mente cosa fare e cosa non fare nel caso si incroci sulla propria strada un lupo, specialmente durante una passeggiata nella natura. Oltre a mantenere una distanza di almeno 100 metri e avvertire le autorità competenti, parlare a voce alta e agitare le braccia può causarne l’allontanamento, ma anche rimanere in silenzio senza interferire se si notano lupi da lontano. Le cose invece da non fare: seguire il lupo o disturbarlo mentre si ciba o dargli a nostra volta del cibo; avvicinarsi alle aree dove ci sono i cuccioli, attirare gli animali con cibo o ululati; seguire i lupi in auto per scattare foto o video (come invece ha fatto il nostro lettore) o lasciare liberi i propri cani.

Video popolari

Ancora un lupo avvistato: stavolta tra le macchine di un parcheggio a San Lazzaro | VIDEO

BolognaToday è in caricamento