Cronaca

Scuole materne, assunzioni insegnanti precari: possibile concorso già a settembre

Il Comune apre sulla possibilità di anticipare le prime assunzioni. Entro il 2016 310 contratti a tempo indeterminato per collaboratori, educatrici e insegnanti di nidi e materne

Il Comune di Bologna apre alla possibilità di anticipare da settembre 2015 al gennaio prossimo, l'assunzione di alcune delle 139 insegnanti precarie delle materne. Per il momento, quella dell'amministrazione è  solo la promessa di fare verifiche ma i sindacati, e in particolare la Cgil, venerdì sono usciti con una carta in piu' dall'incontro che si è tenuto a Palazzo D'Accursio. L'amministrazione "ha aperto alla richiesta che abbiamo posto sul tavolo dalla prima volta- spiegano Michele Vannini della Fp-Cgil e Francesca Ruocco della Flc-Cigl- cioè quella di cominciare ad anticipare le assunzioni delle insegnanti precarie, che sono ben 139 nel piano".

Proprio venerdì, infatti, c'è stato un nuovo faccia a faccia tra Comune e rappresentanti dei lavoratori riguardo al piano di stabilizzazione di collaboratori, educatrici e insegnanti di nidi e materne, lo stesso che entro il 2016 dovrebbe portare a 310 contratti a tempo indeterminato, piu' il passaggio dall'Asp di altri 75 collaboratori.

L'intenzione del Comune era infatti di partire entro fine anno con la contrattualizzazione di 53 educatrici alle quali aggiungere il passaggio dall'Asp dei 70 collaboratori.  Ma Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto insistentemente di "dare un segnale anche sulle insegnanti", e dunque, ora, si valuta se avviare un concorso a settembre per assumere, almeno una prima tranche, in gennaio. Ruocco, comunque, non ha intenzione di fermarsi alle intenzioni e ribadisce che nel prossimo incontro tenterà di strappare dei contratti per le maestre addirittura per la fine del 2014.

Il Comune e i sindacati, poi, attendono un parere del ministero dell'Istruzione sull'abilitazione delle insegnanti che hanno conquistato il diploma magistrale prima del 2001. Il Consiglio di Stato ha detto che sono abilitate, il ministero ancora no. Se lo facesse, questo potrebbe allargare la platea delle insegnanti che possono ottenere il contratto a tempo indeterminato. Intanto, Vannini non risparmia una stoccata a Usb, che ha invitato il personale a mobilitarsi per bloccare la nascita dell''Istituzione scuola, dato che il Comune può comunque assumere. L'Istituzione "puo' fare più assunzioni, dato che nel patto di stabilità si dice che questo tipo di organismo può derogare al blocco del 50% del turnover- dice il segretario della Fp-Cgil- forse Usb questo lo ignora o forse fa terrorismo preventivo". Nel piano del Comune, aggiunge poi, "non ci sono ne'' esternalizzazioni, nè riduzioni di personale, nè cambi di orario".

(Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole materne, assunzioni insegnanti precari: possibile concorso già a settembre

BolognaToday è in caricamento