Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Morti Covid vs morti da inquinamento: flash mob in piazza Maggiore | VIDEO

Un'azione simbolica che, con le dovute proporzioni, compara i morti da covid nel mondo con quelli da inquinamento atmosferico

 

Cento t-shirt stese sul selciato di piazza Nettuno a Bologna, 88 nere e 12 rosse, per rappresentare rispettivamente le morti da inquinamento atmosferico e quelle da coronavirus in tutto il mondo.

È l'azione "Se mi rilasso collasso" promossa ieri pomeriggio dalle attiviste e dagli attivisti di Extinction Rebellion Bologna che hanno voluto riportare l'attenzione sulla "madre di tutte le crisi", quella climatica ed ecologica.

I numeri rappresentano, i morti per Covid (le 12 magliette rosse) e quelli da inquinamento atmosferico (le 88 magliette nere). Un'azione simbolica che, con le dovute proporzioni, compara i morti da covid nel mondo con quelli da inquinamento atmosferico, "senza però sminuire la portata disastrosa in termini di vite umane della pandemia".

Il gruppo locale bolognese ha voluto infatti rimarcare che "La crisi sanitaria da Covid-19 e la crisi ecologica e climatica sono legate da un filo: si può dire che la prima sia un sintomo della seconda. In questi mesi ci siamo dati da fare per combattere un sintomo, non capendo che la malattia si cela molto più in profondità".

Un legame quello tra la crisi climatica ed ecologica, nello specifico l'inquinamento atmosferico, e il Covid-19, riconosciuto anche dallo stesso Consiglio comunale bolognese.

Il movimento ecologista rilancia dunque i suoi cavalli di battaglia: la giustizia climatica, il contrasto netto e radicale all'emergenza climatica ed ecologica e, infine, il coinvolgimento della cittadinanza nelle assemblee cittadine per il clima, rilanciando il prossimo appuntamento, un "aperitivo ribelle", lunedì 27 luglio, e l'assemblea cittadina del 13 settembre, lanciata da diverse realtà ambientaliste bolognesi. (Dav/ Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento