rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Malalbergo

Malalbergo: simulano un furto in casa per intascare i soldi dell'assicurazione

Denunciata dai Carabinieri una coppia di conviventi, risponderanno di simulazione di reato e falsità ideologica in atto pubblico

Hanno simulato un furto in casa, ma sono stati stanati. Così è finita nei guai una coppia di conviventi - 62enne lui, 52enne lei - denunciata dai carabinieri per simulazione di reato e falsità ideologica in atto pubblico.

I fatti risalgono al 20 agosto scorso quando, poco prima delle ore 19:00, una pattuglia dell’Arma della Stazione di Altedo si era recata presso un’abitazione di Malalbergo, dove un uomo, poi identificato nel 62enne, aveva chiamato il 112 segnalando di aver subito un furto di lieve entità, giusto qualche salume ed altri oggetti di poco conto.
Nella circostanza, i militari avevano avuto modo di constatare che i “ladri” erano riusciti ad introdursi nell’abitazione infrangendo il vetro di una finestra.
La mattina seguente, il 62enne si era recato dai Carabinieri insieme alla compagna, che aveva una certa necessità di formalizzare alcuni dettagli di quanto accaduto, tra cui il furto di un considerevole quantitativo di alimenti, di oggetti ed abbigliamento di grosso valore, di denaro contante e di una cassaforte a muro che i malviventi, a suo dire, avevano sradicato da una parete.

Gli inquirenti a quel punto hanno fatto notare alla donna che durante il sopralluogo che avevano svolto la sera precedente, non era stato rilevato nulla di quanto dichiarato. A quel punto, la stessa avrebbe preso ad inveire improvvisamente nei confronti del compagno dandogli dello “zuccone”, probabilmente perché non era riuscito a “reggerle il gioco” al fine di farsi risarcire, come scoperto poi dai Carabinieri, da una polizza assicurativa che aveva stipulato contro i furti in abitazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malalbergo: simulano un furto in casa per intascare i soldi dell'assicurazione

BolognaToday è in caricamento