Maltempo, oltre 200 milioni euro di danni: Bonaccini chiede lo stato di emergenza

Dal 2 al 20 novembre sono state diramate 17 allerte e i Vigili del fuoco hanno effettuato circa 800 interventi

Oltre 202 milioni di euro di danni al patrimonio pubblico, di cui 45 milioni solo per i soccorsi e gli interventi urgenti di messa in sicurezza. Questo il bilancio dell'ultima ondata di maltempo che ha colpito l'Emilia-Romagna negli ultimi giorni, compresa l'esondazione dell'Idice a Budrio.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato e inviato questa mattina la richiesta dello stato di emergenza nazionale al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al capo dipartimento della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli.

Si tratta di una stima indicativa "visto che la ricognizione prosegue e che per oggi la Protezione civile regionale ha diramato una nuova allerta rossa per il transito della piena del fiume Po e gialla per il rischio di frane nelle vallate parmensi e piacentine e per le mareggiate sul litorale ferrarese", come si spiega nella nota.

 "Sono gia' in corso interventi urgenti per un valore di oltre 15 milioni - fa sapere l'assessore alla Protezione civile, Paola Gazzolo - ci aspettiamo che venga riconosciuto lo stato di emergenza di rilievo nazionale con le risorse necessarie a far fronte ai danni pubblici, privati e delle nostre imprese".

"L'Italia frana, abbiamo progetti per 100 milioni di euro": l'appello al Governo di Bonaccini 

"Anche questa volta abbiamo voluto essere vicini alle persone e alle comunità colpite - afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - affrontando l'emergenza e riducendo per quanto più possibile i disagi a cittadini e imprese". Anche la "conta dei danni svolta in tempi rapidissimi ci permette già di inviare la richiesta di stato di emergenza e quindi di avviare le procedure che dovranno portare al risarcimento di tutti i danni, pubblici e privati, di cittadini, aziende e attività economiche.

Chiedo quindi alatti vita Governo altrettanta rapidità, per una risposta dovuta a chiunque sia stato colpito. Sapendo che la Regione, come gia' avvenuto in passato, farà la sua parte in prima persona anche sul fronte dei risarcimenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le allerte di novembre

Dal 2 al 20 novembre sono state diramate 17 allerte in Emilia-Romagna: 4 di livello rosso, 5 arancione e 8 giallo per criticità idraulica, idrogeologica, per temporali, vento, neve, stato del mare e delle coste. I Vigili del fuoco hanno effettuato circa 800 interventi e sono state impegnate 450 squadre di organizzazioni di volontariato. (dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

Torna su
BolognaToday è in caricamento