Maltempo, tetti divelti e alberi sradicati: molti danni e 2 feriti

Questo il bilancio del maltempo dei giorni scorsi nel circondario di Bologna. Rami abbattuti e tegole in volo hanno schiacciato macchine e ferito qualche passante. Pure un furgone ribaltato sulla Porrettana

Danni forte vento: albero di Natale ribaltato a Monzuno

Il forte vento che si è abbattuto nei giorni scorsi nel territorio bolognese avrà 'spazzato via l'allerta smog' (facendo revocare il blocco auto anticipato), ma è anche stato fonte di disagi in città: provocando danni e feriti. A decina le chiamate che si sono succedute al centralino del 112 - il clou è stao nel pomeriggio di sabato - per affrontare l'emergenza maltempo, che ha colpito in particolare le zone di Vergato, Porretta Terme, Marzabotto, Vado di Monzuno, Camugnano, San Benedetto Val di Sambro e Castel di Casio.

TETTI SRADICATI. Se a Corno alle Scale il tetto in legno di un impianto sciistico è stato divelto dal vento non provocando alcun danno, peggio è andata a Porretta Terme. Qui è stata sradicata la copertura di un capannone della ditta “Graziano Oerlikon”; una tegola volando via ha colpito un operaio 35enne di Granaglione. A scopo precauzionale, gli operai dell'azienda sono stati allontanati e l'edificio è stato dichiarato inagibile dai Vigili del Fuoco. L'uomo ferito è stato e trasportato in ospedale dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico

INCIDENTE A CAMUGNANO. Meglio è andata ad un camionista di San Lazzaro di Savena al volante di un autocarro furgonato, che per un'anomala raffica di vento si è ribaltato sulle strade di Camugnano. Fortunatamente senza conseguenze per l’autista. L’arteria è però rimasta chiusa al transito per permettere ai Vigili del Fuoco di rimuovere il mezzo. La circolazione è così stato deviato su percorsi alternativi, con la conseguenze congestione del traffico nelle aree limitrofe al sinistro.

ALBERI E RAMI ABBATTUTI. A Vado di Monzuno l'albero di Natale allestito nella piazza principale del paese è precipitato sotto una folata di vento, rovinando su una Ford Fiesta in sosta, fortunatamente senza nessuno a bordo, ma nella caduta è stato colpito un passante fortunatamente rimasto illeso.
Pure a Castel di Casio un albero è caduto, questa volta ostacolando il transito veicolare sulla strada comunale di via Moscacchia, all’altezza della località Casa del Cucco. Stessa dinamica a San Benedetto Val di Sambro, dove il personale della Stazione Carabinieri del posto e i dipendenti della Provincia hanno dovuto chiudere la SP 79 al km 15  perché diversi alberi sono stati sradicati dal vento andando ad ostruire la carreggiata. Anche durante le fasi dell’intervento, un albero è rovinato, scagliandosi contro un autocarro degli operanti della Provincia e causando danni al veicolo. Danni analoghi pure a Marzabotto, dove lungo la “Porrettana” un grosso ramo si è staccato improvvisamente dall'albero andando a planare con violenza sul parabrezza di una Lancia Y. La conducente della vettura, una 23enne di Montese, è rimasta ferita al volto dai frammenti del vetro infranto, soccorsa dai carabinieri è stata trasportata all’ospedale Maggiore di Bologna per accertamenti.






 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento