rotate-mobile
Cronaca

Insulti alla compagna per la maternità surrogata: denunciato 63enne

La coppia, da pochi anni, aveva avuto un figlio nato all’estero da maternità surrogata

Un italiano di 63 anni è stato denunciato per maltrattamenti nei confronti della compagna, una donna italiana di 66 anni. L’uomo, residente a Bologna insieme alla donna, è stato raggiunto da una misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare e dal divieto di avvicinamento alla persona offesa.

I Carabinieri della Stazione Bologna hanno eseguito il provvedimento nei confronti dell’uomo su disposizione della Procura ed emesso dal GIP dopo che, lo scorso 14 luglio, la donna aveva denunciato i maltrattamenti fisici (strattonamenti) e verbali che il compagno aveva cominciato a commettere nei suoi confronti. Il motivo alla base della furia dell’uomo era la maternità surrogata all’estero attraverso la quale la coppia ha avuto un figlio tre anni fa. L’uomo ha più volte insultato la compagna con frasi tipo “…non sei sua madre…”, “…non ha una mamma, ma solo un papà…”, anche alla presenza del figlio. Rintracciato dai Carabinieri, il 63enne è stato sottoposto alla misura cautelare del Giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti alla compagna per la maternità surrogata: denunciato 63enne

BolognaToday è in caricamento