Cronaca Porto / Via Saffi Aurelio

Lega, questa mattina la ronda anti-nomadi al Maggiore

Dalla denuncia di degrado della Lega Nord bolognese il presidio all'alba: Manes Bernardini allontana i nomadi che "Infastidiscono i pazienti dell'ospedale Maggiore"

Ronda della Lega questa mattina all'Ospedale Maggiore, Manes Bernardini: "Abbiamo visto lo schifo che ogni giorno vivono gli ammalati, gli utenti e gli operatori sanitari. Ora andiamo dal Questore e denuncia al commissariato! E' ora che chi ha delle responsabilità' ne risponda".

Manes Bernardini: ronda all'Ospedale

Alle 15.30 Bernardini ha indetto una conferenza stampa alla libreria Mondadori con l'onorevole Massimiliano Fedriga, responsabile  welfare, occupazione, sicurezza sociale e salute della Lega Nord. Nella gallery la Lega che allontana gli zingari dai bagni dell'Ospedale: "Andiamo fino in fondo". "Servizi igienici usati anche per rapporti sessuali, furti continui nelle camere dei pazienti, gente che ruba l'acqua dai termosifoni. E' quanto la Lega Nord ha riscontrato nella 'ronda' sotto lo slogan 'Il Maggiore non e' il cesso degli zingarì.

ASSESSORE ALLA SANITA'. Il problema esiste, secondo Luca Rizzo nervo, ma non va affrontato con "carnevalate fuori tempo massimo". Il problema sarebbe già "all'attenzione delle diverse responsabilità coinvolte da tempo, ben prima dell' inizio della campagna elettorale", responsabilità che sarebbero dell'Ausl e, nelle zone limitrofe, delle forze di polizia. "La questione è delicata in quanto è impossibile impedire e selezionare l'ingresso ad un pronto soccorso". Ma, risponde l'assessore a un commento su Facebook, "dal mio punto di vista ridicole ronde in campagna elettorale con le bandiere in mano, che mandano via due persone, non risolvono il problema ma come sempre non è mai troppo ciò che piace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega, questa mattina la ronda anti-nomadi al Maggiore
BolognaToday è in caricamento