Omicidio Marco Biagi, Bologna lo ricorda: 'No a sconti per colpevoli'

Alla commemorazione nella piazzetta a lui dedicata il figlio parla anche di scorta: 'Non la tolgano a Saviano, chi lo ha fatto con mio babbo se lo porta sulla coscienza'

FOTO DIRE

Bologna ricorda Marco Biagi. Questa mattina rappresentanti delle istituzioni, dei sindacati, familiari e amici del giuslavorista ucciso dalle Br il 19 marzo del 2002, si sono riuniti nella piazzetta di fronte alla sua casa, dove fu raggiunto e freddato dai brigatisti mentre tornava in bicicletta dalla stazione dopo una lunga giornata di lavoro all'Universita' di Modena.

Alla cerimonia era presente anche il figlio di Marco Biagi, Lorenzo. Il figlio del giuslavorista chiede che nessuno sconto di pena venga concesso a Simone Boccaccini, l'esponente del commando brigatista condannato a 21 anni di carcere che nei giorni scorsi ha chiesto la riduzione. "Spero vivamente che lo sconto di pena non gli venga dato e che venga fatta giustizia fino in fondo", commenta Lorenzo a margine della cerimonia. "Boccaccini è' l'unico brigatista che non ha avuto l'ergastolo, per cui spero che gli anni che gli avevano dato li sconti tutti fino in fondo e non gli venga permesso di uscire dal carcere prima, per nessun motivo al mondo. Non dipende da me, ma spero che sia così".

Lorenzo Biagi ne ha anche per chi tolse la scorta al padre, fatto per il quale vennero indagati l0ex ministro Scajola e l'allora capo della Polizia DE Gennaro (entrambi prescritti nel 2015). "Chi aveva il dovere di dare la scorta a mio padre e non gliela ha data ha commesso, ovviamente, un gravissimo errore, visto come è andata a finire. E avranno un peso sulla coscienza molto grande, anche se non lo ammetteranno mai", conclude Biagi rinnovando però un monito: "Quando una persona corre dei pericoli reali, gravi, come Roberto Saviano, credo debba essere protetta e avere la scorta. Lui come tanti altri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, 7 nuovi casi: "Tutti riconducibili al focolaio lombardo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento