rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Marrone Biondo dell'Appennino: "Quest'anno 40% in meno di produzione e il prodotto ha raggiunto prezzi record"

Intervista a Renzo Panzacchi, presidente dell’Associazione dei Consorzi castanicoltori dell’Appennino Bolognese

Più zuccherino rispetto agli scorsi anni e con un prezzo al chilo che è arrivato fino a 10 euro per le pezzature più grandi, il marrone biondo dell'Appennino bolognese è stato nuovamente il protagonista di questa stagione, anche se l'annata non è stata delle migliori. Ne abbiamo parlato con  Renzo Panzacchi, presidente dell’Associazione dei Consorzi castanicoltori dell’Appennino Bolognese e rappresentante Consorzi castanicoltori della regione Emilia Romagna.

Panzacchi, come è stato il 2021 per questo prodotto tipico del territorio?

"Questa non è stata una buona annata nonostante abbiamo avuto una bellissima fioritura. Stava andando tutto bene fino a quando, dal 10 agosto in poi, abbiamo avuto due mesi di siccità. Questo ha portato a un meno 40%  di produzione media rispetto allo scorso anno. Scendendo nel dettaglio, a quote più basse si è avuto un 30% e a quelle più alte anche un 60% in meno di marroni, e la media è facile da ricavare..."

Il periodo di siccità ha inciso sulla qualità?

"Assolutamente no, e mancando acqua il marrone biondo di quest'anno è dolcissimo, ricco di zucchero".

Essendoci stata carenza di prodotto, seppur di elevata qualità, il prezzo massimo raggiunto qual è?

"Dobbiamo dire che nel 2021 sono riprese le sagre, ma comunque il prezzo è stato ed è ancora elevato, raggiungendo anche un record di 9-10 euro al chilo per le pezzature più grandi, di 8 euro per quelle medie e di 5 euro per quelle piccole"

La stagione delle castagne di fatto sta terminando, fino a quando troveremo in commercio il marrone biondo dell'Appennino?

"Dobbiamo dire che quest'anno, grazie a un'operazione ben coordinata, siamo presenti anche nella grande distribuzione, o meglio nella Coop Alleanza 3.0. Qui, grazie alla catena del freddo che riescono a garantire, il marrone biondo locale sarà presente fino a Natale. La nostra presenza su un simile mercato è molto importante, e anche per questo abbiamo scelto di promuovere il prodotto utilizzando per l'imballaggio, cioè retina e carta, solo materiale riciclabile. Una scelta che consente a chiunque vive di questo prodotto, o vuole iniziare un'attività in questa direzione, di sapere di avere l’opportunità di un canale di vendita così grande". 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marrone Biondo dell'Appennino: "Quest'anno 40% in meno di produzione e il prodotto ha raggiunto prezzi record"

BolognaToday è in caricamento