menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Saluto romano e maglia Rsi dopo goal: otto mesi di squalifica

Esclusa l'aggravante della premeditazione. Eugenio Luppi era stato ripreso mentre, dopo aver segnato un goal contro il Marzabotto esibiva una maglia della repubblica sociale e salutava con il braccio teso

E' arrivato l'accordo tra la Procura federale e la difesa del giocatore: Eugenio Luppi dovrà scontare una squalifica per otto mesi dai campi di gioco. La notizia è riportata dall'Agenzia Ansa. Ora toccherà al tribunale territoriale federale ratificare l'accordo, nel quale è caduta l'aggravante della premeditazione. La Procura federale aveva chiesto un anno lontano dal campo. Luppi, allora in forze al Futa 65, nel frattempo è stato acquistato dal Borgo Panigale, passando di categoria.

L'attaccante era stato immortalato in un video dove nel novembre scorso, dopo aver segnato un goal contro il Marzabotto, aveva esibito una maglietta della Repubblica Sociale Italiana (lo Stato fantoccio fascista nato dopo l'armistizio dell'8 Settembre 1943, ndr) e indirizzato un saluto con il braccio teso nei confronti degli spalti, suscitando l'indignazione del pubblico della squadra di casa, città teatro di una strage nazifascista che costò la vita a centinaia di persone. Di lì la segnalazione alle autorità sportive e il coseguente deferimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento