Mascherine gratis, al via consegna porta a porta a San Lazzaro: "Una a famiglia entro 5 giorni"

Così assicura il sindaco Isabella Conti. Parte oggi anche l'iniziativa "carrello sospeso"

IL SINDACO CONTI

Mentre la regione valuta l'obbligo di mascherine in luoghi chiusi e invia le linee guida per la distribuzione dei dispositivi gratuiti nei prossimi giorni, ci sono realtà già pronte a partire. E' il caso del comune di San Lazzaro di Savena, che da oggi avvia la consegna delle mascherine gratuite: ce ne sarà una per famiglia e verrà consegnata a domicilio, nel giro di 4-5 giorni.

Sarà il Comune a consegnarle porta a porta  anche grazie agli stessi dipendenti comunali che si sono resi disponibili. Ad annunciarlo è il sindaco Isabella Conti, durante la diretta Facebook di questo pomeriggio. Da diversi giorni, ricorda il sindaco, sono in corso le spedizioni a casa delle mascherine ad anziani, donne in gravidanza e persone immunodepresse. "Mancano gli ultimi 50, ma le mille persone che ne hanno fatto richiesta sono state servite tutte", assicura il primo cittadino.

Grazie alla Regione, ora San Lazzaro ha a disposizione altre 14.500 mascherine, oltre a quelle che aveva in propria dotazione. E cosiì il Comune ha deciso di far scattare l'operazione porta a porta. "Non è una cosa semplice la consegna portata a porta - sottolinea il sindaco - ho voluto scongiurare il fatto che i cittadini potessero uscire e fare la fila per ottenere la mascherina. Poi diversamente non avrei avuto la certezza che qualcuno non si accapararsse più mascherine e poi qualche famiglia sarebbe rimasta senza".

Quindi con Polizia locale, volontari, assistenti civici e gli stessi dipendenti comunali, sottolinea Conti, "iniziamo la distribuzione a tappeto delle mascherine porta a porta a tutte le famiglie. In 4-5 giorni, perchè c'è la Pasqua di mezzo, quindi al più tardi mercoledì, finiamo per tutti. Avremo così una mascherina per famiglia". E aggiunge: "E' vero che serve l'obbligo, ma se le mascherine non si trovano i cittadini si sentono ulteriormente vessati".

 Oggi è in partenza, sempre nel  Comune di San Lazzaro, anche l'iniziativa del 'carrello sospeso', che è "funzionale alla consegna a casa di prodotti di prima necessità per le persone che non riescono ad accedere ai buoni spesa ma che comunque sono in condizioni di difficoltà". In poche parole, rivendica Conti, "dove non arriva il presidente del Consiglio, arriva il Comune. Spero siate orgogliosi di fare parte di questa comunità in cui c'è tanta voglia di fare del bene". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento