Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Liste d'attesa scuole materne, Bologna chiama Roma: 'Tempo pieno e nuove sezioni'

Palazzo D'Accursio chiede al Ministero di aumentare il full time, la statalizzazione di 10 scuole comunali e l'apertura di nuove sezioni per dare risposte a più famiglie e a tutte le richieste di insegnanti

334 domande in lista di attesa per l''ammissione nelle scuole d'infanzia comunali e statali di Bologna. Con una delibera la Giunta Comunale mette a punto una serie di misure per provare a dare risposte a quante più famiglie possibile.

Anche per il prossimo Palazzo D''Accursio, come già fatto per questo, chiede a Roma di portare a full time otto sue sezioni attualmente a orario ridotto, la statalizzazione di 10 scuole comunali e l''apertura di due nuove sezioni alla Giovanni XXIII dell''Ic1, a seguito della costruzione di nuovo edificio scolastico nel quartiere Reno in via De' Carolis.

Il Comune intende procedere anche con un "ulteriore ampliamento del servizio", valutando la proposta di tre nuove sezioni di materna tra S.Vitale e S.Donato, "dove si registra l''incremento piu'' rilevante della popolazione infantile, sezioni che saranno inserite nell''offerta comunale tramite apposita convenzione da sottoscrivere con i soggetti gestori". In particolare: una sezione a tempo pieno negli spazi dell''ex nido "Il Trenino Ciuff Ciuff" con "progetto integrato in un contesto abitativo ad uso sociale"; un''altra a tempo pieno nei locali del servizio educativo "Balu''" che diventa cosi'' destinato a bambini da uno a sei anni; una sezione a tempo pieno al "Marameo" al re Porto che diventa quindi aperta all''utenza zero-sei (la valutazione di attivazione del progetto è però subordinata alla verifica sugli esiti sul bando di iscrizione dei nidi in corso).

Per attivare le convenzioni dovrà prima essere verificata la loro compatibilità con la disponibilità di risorse nel bilancio. "Si è ritenuto necessario, per ridurre ulteriormente la lista d'attesa, consolidare il potenziamento della ricettività delle scuole d''infanzia comunali e statali per un numero medio a sezione di 26 bambini, laddove ne sono state accertate positivamente le condizioni di capienza da parte del settore Lavori pubblici nel rispetto della normativa sulla sicurezza e nella salvaguardia della qualità dell''intervento didattico", si legge ancora nella delibera.

INSEGNANTI. Palazzo D'Accursio si batterà anche perchè, al momento dell'assegnazione dei posti da maestre parte dello Stato, si dia "risposta a tutte le richieste" di insegnanti che servono alle nuove sezioni statali e ai completamenti orari. Il Comune confida sul fatto che a Roma ascoltino le sue richieste già in parte accolte lo scorso anno per "riequilibrare l''offerta di scuola d''infanzia tra componente statale e quella comunale", avviando otto sezioni a gestione statale a orario ridotto e due nuove sezioni a tempo pieno (alla Giostra al Navile). Già l''anno scorso, l''amministrazione aumentò le sezioni comunali aprendone due e stipulando convenzioni per altre otto a gestione indiretta. Queste iniziative hanno ridotto la iniziale lista di attesa di 452 nominativi registrati ad aprile 2013 fino a quota 74 nel dicembre scorso a fronte di 66 posti disponibili nelle scuole d''infanzia comunali e statali. (agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste d'attesa scuole materne, Bologna chiama Roma: 'Tempo pieno e nuove sezioni'

BolognaToday è in caricamento