Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Morto a 16 anni per overdose: è caccia allo spacciatore che ha dato la dose letale a Maxim

Il giovanissimo Maxim Vatavu è rimasto in coma per giorni, oggi, la notizia: non ce l'ha fatta. La causa l'assunzione di una droga sintetica, forse mdma

È morto Maxim Vatavu, un sedicenne come tanti, che però ha ceduto alla tentazione delle droghe con effetti, purtroppo, letali: proprio assumendo sostanze stupefacenti è entrato in overdose lo scorso venerdì ed è entrato in coma. Dopo il ricovero all'ospedale Maggiore di Bologna, è stato trasferito a Modena, dove è morto. Il ragazzo frequentava l'Istituto Aldini Valeriani e abitava a Zola Predosa con la mamma e il papà adottivo.

LE PASTICCHE CON IL TE', POI IL MALORE A CASA DELL'AMICO IN VIA ZANARDI. Aveva assunto probabilmente una droga sintetica, Mdma sciolta in un té, forse associata ad altre sostanze. Ne dà notizia la stampa locale. Il ragazzo si era sentito male mentre si trovava a casa di un amico, un diciottenne, in via Zanardi. I medici hanno tentato di salvarlo con un trapianto di fegato, ma il sedicenne non ce l'ha fatta.

APERTA L'INCHIESTA. La Procura di Bologna (pm Francesco Caleca) ha aperto un'inchiesta per morte come conseguenza di altro reato e l'amico del giovane, come atto dovuto, è iscritto nel registro degli indagati; ieri c'é stata l'autopsia. Delle indagini si occupa la Squadra Mobile della polizia, che sta cercando di individuare il pusher che ha ceduto la sostanza ai due giovani. Vatavu a marzo era stato segnalato come assuntore, perché trovato in possesso di una piccola quantità di marijuana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 16 anni per overdose: è caccia allo spacciatore che ha dato la dose letale a Maxim

BolognaToday è in caricamento