Cronaca

Medicina: 91enne trova buste con 7 milioni di lire, ma ormai sono carta straccia

Lasciate dalla sorella deceduta in un casolare di campagna, ma è scaduto il tempo per convertirli come disposto dal Decreto Salva Italia di Monti

L. M., classe 1923, pensionata di Castel San Pietro Terme ha fatto una bella scoperta: l’anziana, comproprietaria di un casolare a Medicina, ha ritrovato in tre buste lasciate dalla sorella deceduta 7.038.000 di lire. Lo riferisce AGI Italia - con sede a Roma e Milano che "si occupa del recupero, atttraverso azioni legali stragiudiziali e giudiziali, di titoli bancari e postali nonchè di titoli di Stato e simili mai riscossi attraverso la consulenza e l'opera di un pool di professionisti esperti in diritto bancario, commericiale e tribunario", come si legge sul sito dell'Associazione.

Dopo il ritrovamento però, l'amara scoperta: il denaro ritrovato equivale a "carta straccia" , poichè il decreto Salva Italia” del Governo Monti ha ridotto i termini per il cambio lire/euro.

La donna ha così contattato i primi di aprile l’ufficio legale dell’Associazione per ottenere il cambio delle lire in euro tramite l’istituto della mediazione bancaria.  

CAMBIO LIRE/EURO. Inizialmente era stato stabilito un termine decennale (2002-2012) per il cambio, ma  "è stato tacciato da più parti di illegittimità costituzionale ed a breve dovrebbe finire al vaglio della Corte Costituzionale", riferisce Agi Italia "in alcuni Paesi della Comunità europea (non a caso la Germania per quanto riguarda i vecchi marchi) non è previsto alcun termine di decadenza per il cambio della moneta".

SALVA ITALIA. Art. 26 del D.L. 201/2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 284 del 6 dicembre 2011 " 1. In deroga alle disposizioni di cui all'articolo 3, commi 1 ed 1 bis, della legge 7 aprile 1997, n. 96, e all'articolo 52-ter, commi 1 ed 1 bis, del decreto legislativo 24 giugno 1998, n. 213, le banconote, i biglietti e le monete in lire ancora in circolazione si prescrivono a favore dell'Erario con decorrenza immediata e il relativo controvalore è versato all'entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnato al Fondo ammortamento dei titoli di Stato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicina: 91enne trova buste con 7 milioni di lire, ma ormai sono carta straccia

BolognaToday è in caricamento