'No al medico obiettore': a Bologna maxi manifesti UAAR

L’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti ha affisso Una serie di maxi manifesti

Foto dire

"Testa o croce? Quando scegli il ginecologo e il medico di base non affidarti al caso“. È lo slogan scelto per la nuova campagna di sensibilizzazione dello Uaar, l’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti di Bologna, Caselecchio e Imola. Una serie di maxi manifesti e poster per le strade delle città con l’intento di invitare i cittadini a chiedere, nel momento in cui devono scegliere un dottore, se pratichi l’obiezione di coscienza.

Anche se per l’associazione “gli ospedali sono purtroppo pieni di ginecologi obiettori, che limitano i diritti delle donne di ricorrere all’aborto” non si tratta solo di questo. Andrea Ruggeri, coordinatore Uaar di Bologna, spiega che a seguito di un’attenta analisi, il problema c’è anche per “quei medici che una volta fatta l’ecografia scelgono di non dire ai genitori se ci sono delle malformazioni o di chi non comunica l’esito positivo agli esami del sangue per le malattie sessualmente trasmissibili”. Quindi, in casi come questo avere un ginecologo o un medico di base di fiducia “è fondamentale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uaar quindi, invita i cittadini a chiedere direttamente al dottore se è un obiettore di coscienza, così da non essere colti di sorpresa in caso di emergenza. In questo modo “anche i dottori potrebbero rendersi conto del problema”, conclude Ruggeri. (dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • Da Budrio a "Mister Italia 2020": Ruben Ganzerli tra i trentadue finalisti

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • Temporale improvviso nel gran caldo, alberi caduti e allagamenti

  • Alto Reno, fiume invaso da fango e morìa di pesci: "Una vergogna, c'è una valanga di acqua putrida. Stiamo cercando di capire cosa sia successo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento