Cronaca

Insultò via mail, attivista M5S a processo

Un 'leak' di uno scambio mail tra alcuni esponenti grillini finì con insulti pubblicati via mail, di qui la querela a opera di un consigliere di quartiere

E' iniziato in mattinata il processo per diffamazione ai danni di Michele Onofri, nel 2013 consigliere grillino del quartiere Navile, poi fuoriuscito dal Movimento 5 Stelle. I fatti risalgono a qualche anno fa, quando una discussione tra vertici locali del Movimento via mail venne diffusa online.

Le mail risalivano a novembre 2012 e avevano al centro i 'ribelli' Giovanni Favia e Federica Salsi, tra i primi ad essere espulsi dal Movimento: nello scambio di battute seguente alla pubblicazione l'attivista M5S Serena Saetti, imputata, moglie di Nicola Virzì, alias 'Nick il nero' ora nella comunicazione del gruppo al Senato, avrebbe rivolto degli insulti a Onofri. Quest'ultimo si è costituito parte civile, assistito dall'avvocato Domenico Morace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insultò via mail, attivista M5S a processo

BolognaToday è in caricamento