Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Savena / Via Jacopo della Lana

Lancio di bottiglie e piatti alla mensa Caritas: 30enne arrestato, due agenti feriti

Considerato soggetto "indesiderato" per i suoi comportamenti arroganti, ha perso la testa quando i volontari si sono rifiutati di servirgli il pranzo

Dopo aver perso la testa davanti alla mensa Caritas di via Jacopo della Lana, sono scattate le manette per un cittadino nigeriano di 30 anni. Gli agenti del commissariato Bolognina sono arrivati sul posto, dove era stata segnalata una lite e hanno ricostruito l'accaduto. 

L'uomo era "indesiderato" poiché, in passato avrebbe tenuto un comportamento arrogante, così i volontari ieri a mezzogiorno si sono rifiutati di servirgli il pranzo. Di tutta risposta il 30enne, già pregiudicato per reati contro il patrimonio, ha dato in escandescenza, lanciando bottiglie e piatti. Alla vista degli agenti, sono partiti anche gli insulti, calci e pugni, ma infine è stato immobilizzato, perquisito e ammanettato per resistenza e lesioni. E' stato inoltre denunciato per oltraggio e ricettazione perché trovato in possesso di documenti di identità e di un bancomat non suoi. 

Per la donna che lo accompagnava, cittadina nigeriana 39enne con precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, è scattata la denuncia per oltraggio. 

Due poliziotti hanno riportato contusioni con 5 giorni di prognosi. 

L'arresto è stato convaldo nel processo per direttissima che si è svolto nella mattinata di oggi. Disposti gli arresti domiciliari.

Perde la testa allo sportello sociale, poi se la prende con gli agenti 

Danneggiamenti, autolesionismo e poliziotti aggrediti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancio di bottiglie e piatti alla mensa Caritas: 30enne arrestato, due agenti feriti

BolognaToday è in caricamento