menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero mense scolastiche, però niente 'pasto di emergenza'

Venerdì 31 marzo nuova astensione dal lavoro per gli addetti alla ristorazione nelle scuole. La giornata sarà scontata dalle tariffe comunali

A causa dello sciopero nazionale indetto per venerdì prossimo, 31 marzo, da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil per il personale del turismo, pubblici esercizi e ristorazione collettiva, non sarà fornito il servizio di refezione scolastica: lo sciopero riguarda infatti tutti i lavoratori impiegati nella ristorazione collettiva, dunque anche il personale di Ribò, gestore del servizio, pertanto non è possibile garantire pasti di emergenza né semplificati.

Come è già accaduto in altri casi analoghi, gli alunni potranno consumare merende e pasto portato da casa, possibilmente composti da cibi non facilmente deperibili. Le famiglie non dovranno segnalare l'assenza dal servizio: la tariffa per la giornata del 31 marzo verrà scontata automaticamente e dunque non verrà addebitata. Il Comune di Bologna ha informato tutte le scuole servite da Ribò che a loro volta diffonderanno la comunicazione a tutte le famiglie. L'informazione sarà inviata anche nella newsletter della refezione scolastica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento