Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Mense scuola, Camst si aggiudica appalto. Genitori lanciano petizione: 'Restituiteci i soldi'

I genitori dell'osservatorio mense tornano così sulle barricate, e con una petizione nazionale on line, chiedono all'azienda di "restituire i soldi alla città". Raggiunte le 500 firme in pochi giorni, ma mamme e papà non si fermano: "Andiamo verso il prossimo obiettivo delle 1000 firme"

Dopo le varie proteste e la nuova gara d'appalto per la gestione del servizio di refezione nelle scuole di Bologna per gli alunni delle scuole bolognesi non cambierà molto. A servire i pasti nelle mense degli istituti cittadini sarà ancora Camst in tandem con Elior. Il colosso cooperativo della ristorazione collettiva si è, infatti, aggiudicata la gara per la gestione del servizio di ristorazione bandita dal Comune di Bologna, dopo la decisione di chiudere l'esperienza di Seribo.

I genitori dell'osservatorio mense tornano così sulle barricate, e con una petizione nazionale on line, chiedono all'azienda di "restituire i soldi alla città". I soci privati di Se.ri.bo (cioè Camst ed Elior) dicono mamme e papà, "continuano a non rispondere alle nostre richieste sul reimpiego degli utili 2014". Si tratta di 1.529.510 euro, ricordano, che per la commissione vorrebbe fossero ridate a Bologna. Ai soci privati, infatti, si chiede di "compiere un gesto di responsabilità sociale, rinunciando al rimborso capitale investito e uscendo dalla società in liquidazione al valore simbolico di un euro"

L'appello lanciato dai genitorI pare raccogliere larga adesione, come riferisce l'osservatorio mense: "Cari genitori, vi scriviamo per una bella notizia. A pochi giorni dall'avvio della nostra petizione, dove chiediamo a CAMST ed Elior di restituire i soldi a Bologna, possiamo annunciarvi che abbiamo raggiunto le prime 500 firme. Logicamente non siamo però ancora soddisfatti perché CAMST ed Elior continuano ad ignorare le domande poste dai genitori bolognesi. Andiamo dunque verso il prossimo obiettivo delle 1000 firme!". Da qui l'appello a continuare a firmare, per chi non l'avesse già fatto, e a diffondere la petizione via social network in modo da estendere la richiesta a macchia d'olio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense scuola, Camst si aggiudica appalto. Genitori lanciano petizione: 'Restituiteci i soldi'

BolognaToday è in caricamento