menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale nei quartieri, le luminarie di San Ruffillo hanno una storia speciale: "Per noi sono una luce verso il futuro"

L'idea di Oxana che da più di un anno ha in gestione il banco di detersivi e prodotti della casa: "Hanno partecipato tutti perchè non si tratta di una semplice installazione di luci. Per noi è un primo passo verso il rilancio"

Oxana, Mariana, Max e Stefano, sono alcuni dei commercianti che quotidianamente accolgono i loro clienti al mercato rionale di San Ruffillo: una importante realtà storica locale, che sta vivendo però un momento di transizione. Da tempo infatti, la metà dei banchi è chiusa, e quelli che restano sono gestiti da questi giovani imprenditori, con molta voglia di crescere: "Ed è in realtà molto di più di un luogo del cuore" dice qualcuno che da sempre vive in questa zona. 

Il mercatino di San Ruffillo non solo si è dimostrato un presidio fondamentale durante il lockdown della scorsa primavera grazie alle consegne a domicilio, ma è il simbolo di una comunità solidale e attenta a chi è in difficoltà: lo dimostra il fatto che gli scaffali dedicati alla raccolta di beni per l’iniziativa del quartiere 'Savena Solidale' si riempiano settimanalmente di prodotti alimentari e di prima necessità. Sull’onda di tutto questo, nei mesi scorsi si è instaurato un dialogo con il quartiere e l’amministrazione comunale, per iniziare un processo di rilancio e valorizzazione, (così come già è stato per altri mercati della città). L’idea portante è di caratterizzare un più ampio polo del commercio locale a ridosso della piazzetta di San Ruffillo, che presenti un’offerta variegata e di qualità.

La storia di un piccolo grande passo: "Non è solo un'installazione di luci" 

"Vorrei raccontare di un piccolo grande passo, in cui tutta la comunità di San Ruffillo ripone grandi aspettative - ci dice Giuseppe, dell'associazione San Ruffillo e noi lo vogliamo ascoltare. "Un po' di tempo fa, Oxana Delistoianov, giovane imprenditrice che da più di un anno ha in gestione il banco di detersivi e prodotti della casa, ha iniziato a progettare un'installazione di luminarie, su tutta l’area a ridosso della piazzetta di San Ruffillo e la via Toscana. Con grande tenacia e dedizione, ha chiamato a raccolta tutti i commercianti della zona, condividendo il progetto e quasi tutti hanno risposto con entusiasmo, contribuendo alla copertura delle spese.

"Non è solo un'installazione, ma soprattutto un progetto artistico, a basso impatto ambientale. Anche se (almeno per ora) non arriva alla maestosità delle grandi installazioni luminose del centro, è un primo passo importantissimo ed un segnale di rilancio, in un momento critico come quello che stiamo vivendo. Siete tutti invitati a vedere il risultato del lavoro di Oxana e degli altri commercianti, per conoscere persone speciali che quotidianamente lavorano sul territorio, recuperando e valorizzando una dimensione di spesa locale, più attenta e non di massa. Storie come questa ci devono fare riflettere su come orientare le nostre scelte di acquisto, considerando l’importanza del commercio di vicinato nella nostra vita e in quella di tutta la nostra comunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 Marzo: 5 donne "speciali" che hanno fatto la storia di Bologna

social

Sanremo: la scaletta della finale del Festival

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento