Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

'Capo gabinetto senza laurea', la Corte dei conti condanna Merola

A sollevare il caso fu l'ex assessore della giunta Cofferati Antonio Amorosi. Sindaco e giunta dovranno risarcire 30mila euro

Il sindaco Virginio Merola e due dirigenti sono stati condannati in appello dalla Corte dei Conti, in merito al caso Lombardelli, assunto nel 2011 come capo di gabinetto -con uno stipendio da dirigente- pur senza avere titolo di studio adeguato, ovvero una laurea.

La notizia, poi confermata, è arrivata dalla testata web affaritaliani.it. A scatenare il caso fu l'ex assessore della giunta Cofferati, Antonio Amorosi, che firma anche l'articolo che da notizia della condanna definitiva. Primo cittadino e giunta dovranno risarcire circa 30mila euro. Lombardelli si dimise nei giorni successvi allo scoppio del caso. Nel novembre 2014, la condanna in primo grado.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Capo gabinetto senza laurea', la Corte dei conti condanna Merola

BolognaToday è in caricamento