rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Assembramenti 25 aprile, Merola: "Rave annunciato da tempo, la Questura deve assicurare il rispetto dei divieti"

"Non permetto che il Comune di Bologna debba farsi carico di responsabilità non sue". Sui social c'è chi gli contesta il corteo e la folla in via del Pratello

"Il Rave di ieri, annunciato sui social da tempo, non è stato evitato. Non va bene. I promotori vanno denunciati e puniti. Lo scrive il sindaco Virginio Merola in una nota, aggiungendo che "per arrivare all’estate e davvero ripartire occorre che tutti comprendano che le regole sanitarie vanno rispettate".

Celebrazioni 25 aprile: sindaco e istituzioni al Sacrario, corteo sui viali

Il sindaco fa riferimento alla "festa" della mattina del 25 aprile al parco di Villa Angeletti, segnalata da alcuni residenti. Sui social però alcuni cittadini contestano anche il corteo e la folla in via del Pratello. 

"Non permetto che il Comune di Bologna debba farsi carico di responsabilità non sue"

"E' necessario che la Questura agisca in modo preventivo per evitare assembramenti tali da trovarsi poi nella impossibilità di agire, deve assicurare il rispetto dei divieti. La nostra collaborazione c’è e c’è sempre stata e ho sempre sostenuto le scelte condivise. Ma non può essere che non si mantengano gli impegni presi in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica", sottolinea. 

"Si è deciso a livello nazionale di aprire con gradualità. Ma non permetto che il Comune di Bologna debba farsi carico di responsabilità non sue. Le mie ordinanze sono sempre state concordate. Ma se non si fanno rispettare non hanno senso. Chiedo convocazione del Comitato per chiarire e assumere linee di intervento conseguenti. So bene l’impegno di tutte le forze di polizia e ringrazio tutti il personale in campo. Il lavoro di prevenzione e di dissuasione deve essere decisivo. Servono indirizzi chiari e conseguenti" conclude il sindaco. 

Lepore: "Hanno messo a rischio l'incolumità della nostra comunità"

Per l'assessore alla cultura e candidato sindaco, Matteo Lepore, le persone che hanno organizzato il rave nel parco di Villa Angeletti vanno "denunciate, anche per aver messo a rischio l'incolumità della nostra comunità. Ci sono leggi da far rispettare e io credo che su questo Prefettura e Questura siano molto più presenti e rigorosi", dice Lepore, durante una conferenza stampa via Zoom tenuta questa mattina.

"È vero che c'erano già stati episodi di assembramenti nelle piazze e nel mercato di via Fioravanti, in tutte le occasioni ci viene risposto che non è possibile intervenire, organizzarsi. Io invece penso che non sia possibile non fare nulla, e questo e' grave", scandisce Lepore. "Non è possibile che un rave annunciato da una settimana su tutti i social, venga organizzato senza che nessuna forza dell'ordine sia schierata agli ingressi.

La città va tutelata e questo è anzitutto un compito delle istituzioni preposte. Credo sia molto importante che da oggi questi avvenimenti non accadano più".

Riaperture 26 aprile, Bonaccini e Merola: "Responsabilità e rispetto delle regole per non tornare indietro"

Bologna torna in 'giallo': cosa si può fare da oggi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramenti 25 aprile, Merola: "Rave annunciato da tempo, la Questura deve assicurare il rispetto dei divieti"

BolognaToday è in caricamento