rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

"Arrestatemi o quando torno vi brucio tutti": minaccia una famiglia con il forcone

Alla radice screzi di vicinato

Ha imbracciato un forcone e ha minacciato un uomo e il figlio minorenne, infine è stato ammanettato dai carabinieri. Per screzi di vicinato, come un ipotetico danneggiamento dell'auto, non verificato e mai denunciato, un 29enne italiano, con una sfilza di precedenti, avrebbe preso di mira una famiglia di origini marocchine residente nello stesso stabile dei genitori.

“Arrestatemi adesso, quando torno stanotte vi brucio tutti"

La famiglia, residente in Italia da anni, con figli minori, sarebbe stata oggetto di atti persecutori e aveva precedentemente denunciato l'uomo, residente in un altro comune del bolognese, con diversi precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, che la sera del 26 settembre è finito in carcere, dopo la telefonata alla centrale operativa di un uomo: all'operatore aveva riferito che, di ritorno dal supermercato, insieme a uno dei figli, il 29enne lo aveva affrontato con un forcone in mano, gridando “Adesso la facciamo finita!”. Dopo essersi chiusi in garage, sono entrati in casa e hanno chiamato il 112.

I militari della compagnia di Molinella e della stazione di Altedo attivati sul posto hanno infatti trovato il forcone, che l'uomo aveva preso da un vicino cortile, dietro una siepe. “Arrestatemi adesso! Quando torno stanotte vi brucio tutti!” ha detto alla presenza dei carabinieri. 

Non era la prima volta

Diversi gli episodi raccontati e denunciati dalle vittime, come quello di una notte di luglio, quando il 29enne si era attaccato al campanello di casa, urlando offese, ad agosto sarebbero stati pedinati e minacciati con una bottiglia all'interno di un supermercato e altri casi in cui avrebbe urlato frasi del tipo: "Siete tutti pezzi di m..., vi mandiamo via tutti, anche morti".

La donna, che lavorava in un ristorante, avrebbe anche deciso di lasciare il lavoro per paura di incontrarlo di ritorno a casa di notte. A seguito dell'arresto, il 29enne è stato portato al carcere della Dozza e dovrà rispondere del reato di atti persecutori. 

Paura in Piazza Maggiore, minacce ai passanti con un coltello 

Prima rischia di investirlo, poi lo minaccia con un fucile: 64enne nei guai

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Arrestatemi o quando torno vi brucio tutti": minaccia una famiglia con il forcone

BolognaToday è in caricamento