Cronaca Centro Storico / Via del Pratello

Minore evaso dal carcere del Pratello, le ricerche proseguono

E' ancora latitante il minorenne - in arresto per rapina - che è riuscito a fuggire nel pomeriggio di ieri

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

"Un'evasione annunciata" per FP CGIL quella di un detenuto dal carcere minorile dei Pratello, nel pomeriggio di ieri. Si tratta di un ragazzo tunisino arrestato per rapina e ancora ricercato dalla Polizia. 

"Da circa un anno tutte le sigle sindacali hanno proclamato lo stato di agitazione e l'interruzione delle trattative con l'amministrazione locale - fa sapere il sindacato - ma la risposta del dipartimento si è limitata a timidi inviti alla ripresa delle trattative, mentre il personale di polizia penitenziaria ha continuato a svolgere i propri compiti in un contesto lavorativo approssimativo e con una carenza di organico mai registrata, tanto che per un periodo la direzione dell' istituto ha dovuto negare le ferie al personale".

"Non sono state però ridotte le attività interne - spiegano - anzi ci risulta che al contrario anche l'impegnativa attività teatrale sia stata svolta comunque. A tal proposito chiariamo che riteniamo importantissime tutte le attività rivolte a supporto dei detenuti, ma queste devono essere adeguatamente sorvegliate dal necessario numero di personale. Non possiamo che essere solidali con il personale a cui rivolgiamo il nostro sostegno e la nostra vicinanza, per tale motivo ribadiamo lo stato di agitazione e l' interruzione delle trattative fino a quando reali e concrete misure non verranno adottate dall' amministrazione a sostegno di chi ogni giorno si prodiga per mantenere la sicurezza all' interno dell'istituto" conclude FP CGIL. 

Giorni critici

L'evasione è seguita a un incendio di celle e al tentativo di aggressione al Comandante di Reparto ed è stata anche oggetto di una interrogazione al Ministro della Giustizia Carlo Nordio da parte di Stefania Ascari, deputata del M5S, membro della commissione giustizia di Montecitorio: "La Federazione Sindacati Autonomi CNPP, attraverso il Segretario Generale Aggiunto Domenico Pelliccia e il Segretario Nazionale Giuseppe Merola, ha espresso seria preoccupazione per la situazione critica dell'istituto bolognese, evidenziando "le condizioni organizzative e strutturali inaccettabili a cui è esposto il personale di Polizia Penitenziaria. La sicurezza e il benessere del personale e dei detenuti devono essere una priorità per le istituzioni - si legge - Si chiede di sapere quali misure urgenti il Ministro intenda adottare per migliorare le condizioni di sicurezza e di lavoro presso il carcere minorile Pratello di Bologna, al fine di prevenire ulteriori episodi di violenza e di evasione. Se il Ministro ritenga opportuno avviare una riflessione politica sulle condizioni degli Istituti Penali per Minorenni, con l'obiettivo di apportare le necessarie riforme strutturali e organizzative per garantire la sicurezza e la riabilitazione dei minori detenuti - scrive Acari - Quali provvedimenti siano stati presi o si intendano prendere per assicurare alla Giustizia il detenuto evaso e per prevenire simili episodi in futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minore evaso dal carcere del Pratello, le ricerche proseguono
BolognaToday è in caricamento