Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

Molestie sessuali, Merola: 'Intollerabili. Vittime hanno denunciato, siano esempio'

Dal sindaco plauso anche alla Procura: "Parole nuove, finalmente rispettose nei confronti delle donne che subiscono aggressioni di questo tipo. Nessun consiglio paternalistico a rimanere a casa o a stare attente all'abbigliamento"

Quattro donne vittime di molestie sessuali nel centro di Bologna, durante un solo fine settimana. Lo scorso. Aperta la 'caccia' al presunto molestatore seriale, che dopo la diffusione di un identikit dettagliato della Polizia ha già raccolto decine di segnalazioni in merito.

Ma camminando per le strade la gente è sconcertata. 'Episodi del genere sono intollerabili per Bologna, città democratica e civile", ha tenuto infatti a precisare il sindaco Virginio Merola esprimendo "solidarietà e vicinanza" alle vittime delle aggressioni. Ma c'è grande fiducia nell'operato delle forze dell'ordine. "Auspichiamo - ha continuato Merola - che  le  Forze  dell'ordine,  al più' presto, facciano luce su questi episodi intollerabili".

Poi il plauso del primo cittadino va al coraggio dimostrato dalle giovani vittime. "Desidero sottolineare  l'importanza della reazione forte e  determinata  che  hanno  avuto  le donne coinvolte, dai primi momenti delle aggressioni, fino alla decisione di denunciare quanto accaduto.
Si  tratta,  certo, di una scelta faticosa da parte delle parti lese, ma di esempio  per tutti, perché è solo sulle responsabilità degli aggressori che va  ricondotta  la  gravità di questi gesti."

Apprezzamento anche "nell'impegno che le forze dell'ordine  stanno  mettendo  per  fare  luce in queste vicende, a partire dalle  parole  del  Vice  procuratore  Giovannini e all'invito rivolto alle donne  a  chiamare  immediatamente  il  112  e  il  113,  ed  a  rifugiarsi prontamente  in  un  locale  pubblico".  Un appello, quello di Giovannini, nel quale il sindaco legge "parole nuove, finalmente rispettose  nei  confronti  delle donne che subiscono aggressioni di questo tipo. Nessun  consiglio  paternalistico  a  rimanere  a  casa  o  a stare attente all'abbigliamento.  Le   parole  del  Vice  Procuratore,  nelle  quali  ci riconosciamo,    ribadiscono    l'autonomia   delle   donne,   ponendo   la responsabilità di quanto accaduto esclusivamente in capo all'aggressore"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie sessuali, Merola: 'Intollerabili. Vittime hanno denunciato, siano esempio'

BolognaToday è in caricamento