Cronaca Centro Storico

Molestie sessuali in centro, Bernardini: "Identikit dell'aggressore sui bus'

Via ad una 'caccia all'uomo', divulgando l'immagine per tutta la città: è la proposta del consigliere comunale, per braccare il maniaco che ha colpito nel weekend: "Che senta il fiato sul collo per non replicare le aggressioni"

Bisogna dare il via ad una serrata 'caccia all'uomo', divulgando l'identikit in giro per la città: è la proposta del consigliere comunale in quota Lega Nord, Manes Bernardini, per braccare il molestatore che ha colpito lo scorso weekend in centro. Quattro sono stati gli episodi di violenza denunciati da altrettante giovani donne, tutte nella stessa zona, consumati nell'arco di 24 ore. Coincidenza o siamo davanti ad un aggressore 'seriale'? Ancora non è dato saperlo, ma la Polizia è al lavoro. E sulla base della descrizione dettagliata effettuata da una delle tre donne importunate, in circostanze simili, la Questura di Bologna ha diffuso un identikit dell'aggressore (vedi immagine): si tratterebbe di un uomo dalla pelle chiara, biondo, occhi azzurri, aspetto distinto, corporatura esile, sul metro e ottanta di altezza.

molestatore-bologna-centro-4Identikit che - secondo Bernardini - dovrebbe "finire sui bus e in tutti i luoghi pubblici. Scateniamo la caccia all’uomo”. Per il leghista infatti bisogna “dare massima diffusione” della ricostruzione dei tratti somatici dell’aggressore che nei giorni scorsi ha colpito tra porta San Felice e porta Sant’Isaia.

“Lanciamo il nostro appello - ha incalzato l'esponente del Carroccio - a questura e prefettura: l’identikit sia pubblico e diffuso capillarmente per tutta Bologna. Attorno al responsabile dobbiamo ‘stringere il cerchio’, non dobbiamo lasciargli il tempo di replicare le aggressioni. E il modo migliore per farlo è moltiplicare gli occhi vigili sulla città”. “La sicurezza partecipata è anche questo - ha chiosato Bernardini -. Non bastano generiche descrizioni: vogliamo vederlo in faccia, per poterlo riconoscere e segnalare alle forze dell’ordine. Chi ha messo a segno quegli orrendi gesti deve sentire il fiato sul collo di un’intera città”.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie sessuali in centro, Bernardini: "Identikit dell'aggressore sui bus'

BolognaToday è in caricamento