menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricerche killer di Budrio, medicine e accessi internet sotto la lente

Continuano le ricerche a Igor Vaclaclavic alias Norbert Feher. Mentre l'attenzione degli investigatori si concentra su ultimi accessi internet e bende e medicinali rtrovati nei giacigli scoperti, anche il turismo sta risentendo della presenza del fuggiasco

Le ricerche a Igor Vaclavic alias Norbert Feher proseguono anche a pasquetta. Le forze speciali e i Carabinieri battono palmo a palmo ogni anfratto alla ricerca del presunto pluriomicida di Budrio e Portomaggiore, indiziato principale dalle Procure di Ferrara e Bologna.

'Igor il russo', in realtà cittadino di Subotica, cittadina al confine tra Serbia e Ungheria, è alla macchia da 16 giorni, e gli inquirenti sono al alvoro per non lasciarsi sfuggire nemmeno il più piccolo particolare. In particolare, ci si sta concentrando sul traffico internet del ricercato, sui medicinali e le bende ritrovate in uno dei suoi giacigli.

Igor-Norbert si sarebbe connesso per l'ultima volta a internet la settimana scorsa, dopo gli omicidi, probabilemtne per cancellare qualcosa dal suo profilo Facebook: questo può portare a due considerazioni: potrebbe avere comunicato con qualcuno, e qualcuno potrebbe averlo aiutato a connettersi. Le utenze a sua disposizione sono risultate intitolate ad altre persone, e per questo si cerca nel suo passato, anche sentimentale, per risalire a persone con le quali nutriva rapporti di fiducia.

Altra pista battuta è quella delle bende e dei medicinali, ritrovati copiosi nei ciacigli da lui lasciati. Non ci sono dubbi che sia lui, le tracce ematiche sono abbondanti. Piuttosto si cercq di risalire a chi potrebbe avergliele procurate, o dove il presunto killer potrebbe essere stato in grado di acquisirle.

Intanto, il territorio non resta immune dalla presenza massiccia di forze dell'ordine e, soprattutto, di un presunto killer in fuga tra le campagne della 'bassa'. Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, in diversi tra gli abitanti delle zone più remote del triangolo di terra tra Bologna, Ferrara, e Ravenna avrebbero iniziato a lasciare 'tributi' al fuggiasco nel probabile tentativo di non vedersi in casa 'Igor', alla ricerca di cibo e vestiti e con poca voglia di discutere. Un effetto ben più visibile è quello sul turismo, con prenotazioni disdette, come ad esempio la tappa annullata di Trekking col treno' ad Argenta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento