Montagnola: l'Esercito contro spaccio e degrado

Ieri il dispositivo deciso nel Comitato Sicurezza in Prefettura

Un comitato per la sicurezza dedicato al Parco della Montagnola. Il prefetto Patrizia Impresa, il questore Gianfranco Bernabei, Carabinieri e Guardia di finanza, ieri hanno disposto il nuovo intervento per contrastare lo spaccio. 

Due camionette dell’esercito e un presidio fisso per 24 ore, oltre ai servizi di pattugliamento di Polizia e Carabinieri e agli interventi della Polizia Municipale che controllerà il parco negli orari di entrata e uscita dei bambini dalla scuola Giaccaglia-Betti. Continueranno anche i servizi interforze messe in campo negli ultimi mesi. 

Si sta valutando anche la proposta di bloccare qualche varco di accesso o di chiudere anticipatamente il Parco. Al momento questa è il dispositivo approvato, anche se Palazzo D'Accursio aveva richiesto un presidio fisso di forze dell'ordine con il supporto delle unità cinofile. 

MONTAGNOLA INSICURA? LA PAROLA AI BOLOGNESI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

Torna su
BolognaToday è in caricamento