Cronaca Centro Storico / Via Irnerio

Bloccati dopo spaccio in Montagnola, scatta Daspo prefettizio anche per l'acquirente

La misura prevede l'allontanamento per sei mesi dal giardino pubblico, pena la possibilità dell'arresto. In manette lo spacciatore: con sé aveva sei cellulari di dubbia provenienza

Si erano appartati ieri mattina dietro la statua risorgimentale del parco della Montagnola per scambiarsi qualche grammo di 'erba' e qualche euro, ma la Polizia in pattuglia li ha individuati e fermati. Entrambi perquisiti e identificati, allo spacciatore sono stati trovati addosso anche ben 6 telefoni cellulari di cui non ha saputo giustificare provenienza e utilizzo.

Per lui, cittadino gambiano di 21 anni, sono scattate le manette, in virtù anche dei suoi precedenti specifici, oltre che una denuncia per ricettazione. Quanto all'acquirente, cittadino bulgaro d 20 anni, è stata disposta nei suoi confronti la recente misura prefettizia di allontanamento dalle pertinenze del parco, una misura che se violata può condurre all'arresto. Il medesimo provvedimento è stato addebitato anche al 21enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati dopo spaccio in Montagnola, scatta Daspo prefettizio anche per l'acquirente

BolognaToday è in caricamento