rotate-mobile
Cronaca Monterenzio

Monterenzio. Minaccia con coltello moglie, poi sassate contro carabinieri

Probabilmente ubriaco l'uomo ha dato in escandescenza contro la moglie prima, contro gli agenti intervenuti per sedare la lite poi. Non era nuovo ad episodi del genere: in manette

Epifania violenta per i familiari di un pregiudicato italiano domiciliato a Monterenzio che nella notte del 6 gennaio hanno richiesto l’intervento dei Carabinieri per porre termine agli abusi e le minacce dell’uomo. Così intorno all’1,30 gli agenti si sono precipitati presso un’abitazione di via Lagune per soccorrere una donna e due bambini di due e tre anni.
In preda ad un raptus violento, probabilmente accentuato anche ai fumi dell'alcol, l'uomo aveva dato in escandescenza contro la consorte, arrivando a minacciarla con un coltello in un attimo di impeto.

A dare l'allarme ai militari, intervenuti sul posto, era stata la donna. Quando sono arrivati hanno trovato l'uomo - già in passato arrestato per comportamenti di questo tipo - in stato di forte agitazione. A quel punto la signora ha deciso di farsi accompagnare con i bambini da alcuni amici, che li avrebbero accolti per la notte. Questo ha innescato una nuova reazione di rabbia nel coniuge, che ha inseguito in strada i militari, lanciando delle pietre contro l'auto e danneggiandola. Si è quindi avventato contro due carabinieri, che con fatica sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo. Ad uno di loro è stata diagnosticata la frattura di un dito di un piede.

L'uomo è stato accompagnato in cella di sicurezza e dopo essere stato processato per direttissima è stato arrestato e rinchiuso nella casa circondariale della Dozza.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monterenzio. Minaccia con coltello moglie, poi sassate contro carabinieri

BolognaToday è in caricamento