rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Valle del Sillaro, la suggestione di una 'Fitness Valley'

Priva di grandi indediamenti industriali, la vallata potrebbe ospitare un distretto della Salute e del benessere

Una valle "incontaminata, senza agglomerati urbani e aziende, dove chi ama la natura e vuole allontanarsi dallo smog e mangiare biologico può farlo", mentre "gli amanti dell'arte possono 'fare una scappata' a Firenze, a Ravenna o a Bologna, tutte poco distanti da qui".

Muove da queste premesse, illustrate sinteticamente dal direttore scientifico del Villaggio della Salute Più di Monterenzio, in provincia di Bologna, Antonio Monti, il progetto di marketing territoriale 'Fitness Valley', dedicato alla valle che si estende lungo il corso del fiume Sillaro, e che unisce l'Emilia-Romagna e la Toscana.

Alla presentazione del progetto, tenutasi ieri proprio al Villaggio della Salute Più, erano presenti il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, il senatore del Partito democratico Daniele Manca, il sindaco di Monterenzio, Pierdante Spadoni, il consigliere metropolitano con delega alle Attivita' produttive e al Turismo, Massimo Gnudi, il vescovo ausiliare emerito di Bologna, monsignor Ernesto Vecchi, e il general manager del gruppo Monti Salute Più, Graziano Prantoni. (DIRE)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle del Sillaro, la suggestione di una 'Fitness Valley'

BolognaToday è in caricamento