Monumento al re imbrattato, chieste multe salate per attivisti

La Procura sceglie la via della sanzione pecuniaria per contestare a due militanti del collettivo Hobo il lancio di vernice contro l'opera recentemente restaurata

Quasi 6.000 euro di multa ciascuno: è la condanna che rischiano i due attivisti di Hobo accusati di aver imbrattato, nella notte dello scorso 11 marzo, le statue e la lapide dedicate a Umberto I che solo pochi giorni prima erano state ricollocate sulla facciata di Palazzo D'Accursio, sede del Comune di Bologna.

Nei loro confronti il pm Tommaso Pierini ha inviato al gip la richiesta di un decreto penale di condanna con multa di 5.700 euro a testa. I due attivisti (di 22 e 24 anni) sono accusati di imbrattamento, con l'aggravante di aver approfittato dell'orario notturno, per aver colpito il monumento con uova ripiene di vernice rossa.

I 5.700 euro corrispondono a due due mesi reclusione convertiti in pena pecuniaria più 1.200 euro di multa. I due erano stati individuati dalla polizia grazie alle telecamere collocate lungo il percorso compiuto per raggiungere Palazzo D'Accursio e poi per allontanarsi. Il Comune ha annunciato l'intenzione di costituirsi parte civile per chiedere il risarcimento dei danni ai due attivisti. (Pam/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento