Morta a 95 anni Amedea 'Catia' Zanarini, storica ex staffetta partigiana

Prima l'impegno con la Resistenza, poi la militanza nel Pci come consigliere di quartiere e la fondazione di Armonie. La sua lotta ispirata dalla voglia di emancipazione dalle condizioni di sfruttamento della donna nell'Italia rurale e fascista. Minuto di silenzio in consiglio comunale

E' morta a 95 anni Amedea Zanarini, nome di battaglia Catia ed ex staffetta partigiana durante la Resistenza, una delle poche donne a cui è stata riconosciuta la croce al merito di guerra. Per Zanarini, nome di battaglia Catia, è stato osservato un minuto di silenzio da parte del consiglio comunale di Bologna, su proposta della consigliera Simona Lembi. 

Originaria di Bentivoglio da una famiglia di mezzadri, 'Medea' si unì alle formazioni partigiane nel giugno '44, fino alla liberazione, e operò nella prima pianura bolognese, con il compito di staffetta militare e il grado di sottotenente partigiana. Il suo attivismo per le cause di uguaglianza ed emancipazione della donna dal mondo prima rurale e poi fascista nacque ben prima della guerra, poiché Amedea, sebbene con una formazione scolastica che si era fermata alla quarta elementare, era consapevole delle condizioni di sfruttamento nella quale versavano le donne delle famiglie meno abbienti.

"Le donne erano quelle che non erano mai a tavola a mangiare con gli altri, quando tornavano dai campi avevano i figli da accudire, non avevano mai tempo" si ascolta in una sua testimonianza nel documentario di Giuliano Bugani 'La mia Bandiera', che racchiude le testimonianze delle donne partigiane.

Proprio per questo il monito di Zanarini, che dalla fine della guerra rimase impegnata prima in consiglio di quartiere al Mazzini/Savena poi nella fondazione dell'associazione Armonie, era che "se è vero che le donne hanno raggiunto ciò che non avevano in passato, è altrettanto vero che queste conquiste sono a rischio e vanno difese".

L'Anpi sezione Savena informa che chi volesse dare un ultimo saluto a Zanarini, potrà farlo giovedì 7 novembre 2019 presso il Cimitero della Certosa dalle 13:45 alle 14:45 nella camera ardente e alle 15:00 al Pantheon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento