20enne morta alla Ex Staveco: a chiamare i soccorsi un uomo, ora irreperibile

A chiamare i soccorsi un uomo in sua compagnia, ora irreperibile

Si chiamava Linda, la ragazza di soli 20 anni, trovata morta questa mattina all'alba dai soccorritori, giunti all'interno dei locali della Ex officina Staveco di viale Panzacchi, luogo da tempo in attesa da anni di essere recuperato e diventato riparo per persone senza fissa dimora.

La ventenne, residente formalmente a Potenza ma da qualche giorno in città, sarebbe stata male proprio mentre stava passando la notte all'interno di una delle caserme abbandonate all'interno del complesso. A chiamare il 118, sarebbe stato un suo amico, cittadino italiano e coetaneo della vittima. L'uomo ora sarebbe irreperibile, i Carabinieri stanno cercando di rintracciarlo.

Sarà il medico legale a stabilire la causa esatta del decesso: il corpo comunque, ad una prima ispezione visiva, non presenta segni evidenti di violenza e le indagini propendono per un malore, forse a seguito di una assunzione di sostanze stupefacenti. Non sono state trovate droghe sul posto, ma sono state rinvenute alcune siringhe nuove.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento