Due anziani trovati morti in casa, esalazioni di monossido la probabile causa

E' accaduto a Lizzano in Belvedere

Sono stati trovati senza vita i corpi di due anziani in un appartamento a Lizzano in Belvedere, con tutta probabilità morti in seguito alle esalazioni di monossido di carbonio. È successo questa notte in via Prada, nel piccolo comune dell'alto Appennino. 

A scoprire i cadaveri dei due soggetti, parenti, sono stati i carabinieri e i vigili del fuoco, chiamati da altri conoscenti poiché dei due anziani non si avevano notizie da qualche tempo. 

Pietro Caruso, 76 anni, Benito Caruso, 84 anni, nati a Tripoli ma da tempo residenti nel bolognese, pensionati, sono stati probabilmente asfissiati dalle esalazioni del gas di combustione letale, partito forse dalla caldaia difettosa del riscaldamento. 

Accertamenti dei carabinieri sono in corso per attribuire eventuali responsabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento