51enne trovato cadavere in A1: per gli inquirenti non era solo

L'autopsia ha stabilito che il decesso della guardia giurata sarebbe avvenuto per arresto cardio-circolatorio, ma in quell'area di sosta c'era qualcuno

L'autopsia ha stabilito che il decesso di Angelo Gabriele Scalea, la guardia giurata 51enne trovata morta in un'area di sosta sulla A1, nel territorio di CAstelfranco Emilia, sarebbe avvenuto per arresto cardio-circolatorio e che la ferita alla testa potrebbe non aver causato la morte perchè troppo superficiale.

Il fascicolo in Procura è stato aperto per omicidio contro ignoti. La TAC aveva già escluso le fratture craniche, quindi gli inquirenti, tra le varie ipotesi, potrebbero prendere in considerazione anche quella di un malore, ma rimangono convinti che in quell'area di sosta insieme a Scalea ci fosse qualcuno che poi si è allontanato facendo perdere le tracce.

Il procuratore capo di Modena Paolo Giovagnoli, parlando all'agenzia Ansa, ha riferito che "non si può parlare con certezza assoluta di omicidio volontario" e che "potrebbe anche essere ipotizzata una caduta accidentale dall'alto, quindi presumibilmente dalla cabina di un camion".

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • L'olio di arachidi fa male? Ecco la verità

  • Spioncino digitale: come avere al sicuro la propria casa

  • Segreti e benefici del Tai Chi Chuan

I più letti della settimana

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Nadia Toffa è morta: aveva scelto Bologna per la sua prima uscita pubblica

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Interporto, scuoiano una pecora nel parcheggio: tre denunciati

  • Incidente in A14, Vigili del Fuoco ed elisoccorso in azione

Torna su
BolognaToday è in caricamento