rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Trovato morto dalla sorella, era legato: indagini serrate sulla tragica fine di un 40enne

Sarebbero stati i colleghi a dare l'allarme non vedendolo arrivare a lavoro, poi la drammatica scoperta

Non si era presentato in ufficio e non rispondeva al telefono, così nel pomeriggio di ieri, 10 marzo, la sorella che aveva una copia delle chiavi di casa, è entrata, facendo la scoperta drammatica. Il fratello, Alessandro Gozzoli, era in casa, legato.

Come riferisce Modena Today, la donna ha immediatamente chiamato il 118 e i sanitari hanno costatato il decesso, i motivi per il momento non sono ancora stati accertati. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Formigine, seguiti dai colleghi del Nucleo Investigativo e dagli specialisti della Medicina Legale, sotto il coordinamento del Pubblico Ministero. 

Sono quindi scattate le indagini per cercare di ricostruire le circostanze della tragica fine del 40enne di Bazzano che da qualche tempo si era trasferito in provincia di Modena, a Casinalbo di Formigine. 

Indagini serrate

Dal pomeriggio di ieri, gli inquirenti stanno passando al setaccio il suo appartamento, i suoi contatti, i tabulati telefonici e le telecamere di sorveglianza dell'area per cercare di ricostruire le ultime ore di vita di Alessandro che per motivi di lavoro si trasferito nel piccolo centro e lavorava a Modena. Sarebbero stati proprio i colleghi di lavoro a lanciare l'allarme non vedendolo arrivare in ufficio e non riuscendo a contattarlo.

Il fatto che fosse legato non fa escludere agli investigatori nessuna pista, compreso l'omicidio. In tal senso saranno importanti i riscontri autoptici sulla salma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto dalla sorella, era legato: indagini serrate sulla tragica fine di un 40enne

BolognaToday è in caricamento