menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavora sulla linea ferroviaria: muore fulminato il 56enne Carmine Cerullo

Dopo il 50enne falciato mentre lavorava in autostrada, un altro lavoratore ha perso la vita mentre effettuava dei lavori sulla rete ferroviaria. Aveva 56 anni ed era di Napoli

Altra morte sul lavoro. Dopo il 50enne falciato mentre lavorava in autostrada, stanotte un altro operaio ha perso la vita mentre effettuava dei lavori di manutenzione per la rete ferroviaria nel nodo bolognese. Si chiamava Carmine Cerullo, 56 anni di Napoli. 

La tragedia è avvenuta intorno all’1.40 di questa notte. La vittima - come riferisce una nota di FSI - era impiegata per una ditta appaltatrice. L'uomo è deceduto dopo essere rimasto folgorato durante alcuni lavori di manutenzione della linea elettrica nei pressi di Bivio Navile.

Per accertare le cause dell’incidente è stata avviata un’inchiesta interna. Così fanno sapere dalle Ferrovie dello Stato, aggiungendo che "la Rete Ferroviaria Italiana esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai familiari.". Accertamenti sono in corso anche da parte della Polizia ferroviaria per conto del Pm Bruno Martorelli, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

"E' con dolore che dobbiamo registrare un nuovo tragico incidente, inconsapevolmente è venuto a contatto con parti elettriche ancora sotto tensione". Lo scrivono in una nota le segreterie dell'Emilia-Romagna dei sindacati di trasporti, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Fast, si dicono "costernate" per l'accaduto e "unitamente esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia". Al momento le cause che hanno determinato "la tragedia non sono note, si conosceranno al termine delle indagini che tutti i soggetti preposti hanno avviato. Quando sarà fatta chiarezza sulla dinamica del tragico incidente, si auspica che potranno essere attivate tutte le azioni necessarie per impedire, per il futuro, il ripetersi di incidenti simili", affermano "purtroppo resterà per sempre il dubbio che forse la tragedia odierna si poteva evitare". Pertanto, aggiungono, "sarà compito delle organizzazioni sindacali mantenere vivo il dibattito sul sistema sicurezza del trasporto ferroviario e far sì, attraverso il coinvolgimento delle imprese e delle istituzioni interessate, che il tema della sicurezza sia affrontato in maniera sistematica". Fin da subito le cinque sigle hanno chiesto un incontro urgente ad Rfi per fare chiarezza sull'accaduto e "discutere sui temi della sicurezza e della prevenzione in tutti gli impianti ferroviari della regione".

Cordoglio per la morte dell'operaio folgorato arriva anche da Simonetta Saliera, presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna: "due drammatiche morti sul lavoro" avvenute a Bologna di recente. E, aggiunge Saliera, "al di là dei numeri e delle aride statistiche è la conferma della drammaticità di una piaga su cui bisogna intervenire tenendo alta l'attenzione sulle misure di sicurezza e sulla qualità dei posti di lavoro". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento