rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Morte di Yaya Yafa all'Interporto, Bonaccini e Colla: "Inaccettabile, necessario nuovo Patto per la sicurezza"

Anche la Regione martedì 26 ottobre la Regione prenderà parte al Tavolo metropolitano convocato dal sindaco Lepore

"Una tragedia inaccettabile, che poteva e doveva essere evitata. Per questo, come annunciato, e con il Decreto in materia appena approvato dal Governo, convocheremo a breve i firmatari del Patto per il Lavoro e per il Clima e insieme affronteremo il tema, non più rinviabile, della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro”.Così il presidente della Giunta regionale, Stefano Bonaccini, e l’assessore allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, dopo la morte sul lavoro del 22enne Yaya Yafa, avvenuta all’Interporto. 

“Con i firmatari del Patto- spiegano presidente e assessore- concorderemo proposte operative, in sintonia con le misure contenute nel Decreto appena approvato dal Governo. Misure che attendevamo, per poter convocare le parti e avviare una discussione proficua e produttiva, a partire da provvedimenti che siano in grado di accrescere realmente la cultura della sicurezza in tutti i luoghi di lavoro”.

Martedì 26 ottobre, intanto, anche la Regione prenderà parte al Tavolo metropolitano convocato dal sindaco Matteo Lepore.

“È necessario- sottolineano Bonaccini e Colla- estendere le buone pratiche che già esistono, concordate fra le parti, per emularle e divulgarle, oltre a delineare un sistema ben definito di formazione preventiva delle lavoratrici e dei lavoratori di tutti i settori, a partire da quello della logistica. Dobbiamo creare - concludono presidente e assessore - un nuovo Patto sulla sicurezza, con disposizioni e provvedimenti tali per cui non si ripetano tragedie come quella di Yaya Yafa. Non è tollerabile che si esca di casa per andare al lavoro senza sapere se si farà ritorno incolumi”. 

Le indagini

Potrebbero essere iscritti nel registro degli indagati, l'autista del mezzo che ha schiacciato il giovane lavoratore. Ulteriori accertamenti invece sono stati disposti ai carabinieri dal pm titolare dell'inchiesta Augusto Borghini. I militari devono verificare nei dettagli alcuni passaggi della sequenze di eventi che hanno portato alla morte del ragazzo, al suo terzo giorno da interinale nel magazzino, ma anche di risalire la catena degli appalti, per verificare possibili profili di responsabilità lungo la filiera.

Lavoro, operaio morto schiacciato. Un altro sciopero: "Interporto terra di nessuno" | VIDEO

Giovane operaio morto sul lavoro a Bentivoglio: "Sciopero, ora l'Interporto si ferma"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Yaya Yafa all'Interporto, Bonaccini e Colla: "Inaccettabile, necessario nuovo Patto per la sicurezza"

BolognaToday è in caricamento