rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, sospese le preghiere in centri islamici e moschee: "È un dovere"

Il preidente Ucoii Lafram: "Sospendiamo le nostre attività fino al 1 marzo. È dovere fare questo in Emilia Romagna"

"Le moschee sono centri di aggregazione. Sospendiamo le nostre attività fino al 1 marzo. È dovere fare questo in Emilia Romagna". Così Yassine Lafram, presidente dell'Unione delle Comunità Islamiche d’Italia, su Facebook.

Dopo le disposizioni della Curia bolognese, anche i cittadini islamici si adeguano alle orginanze: "Il nostro Paese sta vivendo in questi giorni una grande emergenza dovuta al propagarsi del coronavirus in diverse regioni. Vista la scarsità di mascherine mediche che aiutano a limitare la veloce propagazione del virus e rendendosi questa necessaria ormai, nelle aree a rischio, anche per poter accedere ai servizi essenziali, l’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia, applicando i principi islamici di solidarietà, invita tutte le comunità islamiche italiane a contribuire al fine di creare degli approvvigionamenti di mascherine e materiale necessario per affrontare l’emergenza in corso".

No al segno di pace durante la messa, sospesi catechismo e benedizioni pasquali

L'Ucoii lancia quindi una raccolta fondi per l'emergenza al fine di rifornire di mascherine le aree dei focolai: "Tutto il materiale acquistato verrà consegnato gratuitamente alla cittadinanza tramite le Comunità locali ed in coordinamento con le autorità locali delle aree a rischio, nonché agli istituti sanitari che ne avessero necessità. L’invito è aperto anche ai singoli fedeli e cittadini tramite i canali indicati nel comunicato e sul sito web (ucoii.org/emergenzacovid19/)". Ricordando il detto profetico: “il migliore tra voi è colui che è più utile all’uomo, l’UCOII fa’ appello al senso più profondo di cittadinanza e di fede che deve spingere ogni membro delle rispettive comunità a contribuire per il bene comune".

Nel frattempo, raccomanda a tutte le comunità islamiche delle aree dichiarate a rischio di prendere contatto con le autorità locali e di sospendere tutte le attività aggregative pubbliche, le cinque preghiere quotidiane inclusa quella congregazionale del venerdì, fino a nuovo aggiornamento.

Riminese positivo: era di ritorno dalla Romania, atterrato all'aeroporto di Bologna

Bonaccini chiede stop export dispositivi di protezione

La 'China-Town' bolognese in crisi per il Coronavirus: "Molte attività chiuse per sicurezza"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, sospese le preghiere in centri islamici e moschee: "È un dovere"

BolognaToday è in caricamento