Multe, nuova notifica bocciata dal difensore civico: 'Causa a cittadini danno da burocrazia'

La figura di garanzia dell'Assemblea legislativa: bolognesi "costretti a subire una seconda e non giustificata penalizzazione economica, dovendo chiedere permessi o ferie dal luogo di lavoro per ritirare l'atto"

La nuova modalità di notifica delle sanzioni comunali a Bologna “comporta un eccessivo dispendio di tempo e di energie per il cittadino”, che così finisce per essere “sanzionato pecuniariamente per la violazione di norme del Codice della strada e, in aggiunta, sanzionato burocraticamente dall’amministrazione comunale”, essendo “costretto a subire una seconda e non giustificata penalizzazione economica, dovendo chiedere permessi o ferie dal luogo di lavoro per ritirare le multe”.

A sostenerlo è il Difensore civico regionale, Gianluca Gardini, a cui in questi giorni sono giunte numerose segnalazioni per i disagi legati alla notifica delle multe del Comune di Bologna. Ora infatti, riassume la figura di garanzia dell’Assemblea legislativa, il verbale non viene più inviato a casa, ma è da ricevere a mano dai messi comunali nell’ufficio di via Ugo Bassi, nel centro della città, e solo dopo aver ritirato una raccomandata in posta. “Dato che molti cittadini la mattina sono impegnati al lavoro, la nuova procedura di notifica si traduce, spesso, in due lunghe code- commenta Gardini- la prima in posta per ritirare la raccomandata semplice, la seconda in Via Ugo Bassi per ritirare il verbale”.

Il tutto, senza considerare "che l’Ufficio dei messi comunali è collocato in una via oggi difficilmente accessibile, anche in autobus, da molte zone della città, a causa del cantiere che occupa Via Ugo Bassi e Via Rizzoli". "Nonostante le rassicurazioni da parte del Comune di voler spostare rapidamente la consegna dell’atto all’esterno della zona ZTL, è essenziale per la migliore funzionalità della procedura e per il rispetto del principio di buona amministrazione- spiega il Difensore civico- che il cittadino non sia costretto a dover affrontare un percorso ad ostacoli per ottenere, ironia della sorte, la consegna di una sanzione amministrativa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, riferisce Gardini sulla base di segnalazioni ricevute, “in alcuni casi non è stato inviato alcun ‘avviso di cortesia’ al cittadino circa gli orari di presentazione del messo comunale per la notifica a mani del destinatario, accortezza che potrebbe evitare la doppia fila in posta e nell’Ufficio dei messi comunali”. Siamo quindi davanti, conclude il Difensore civico, a “un ‘danno da burocrazia’ che certamente mal si concilia con il principio di buona amministrazione fissato nella Costituzione italiana e con l’idea di semplificazione sostenuta in tutte le recenti riforme”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • E' nata la figlia di Gianluca Vacchi: ecco come si chiama. Tenera foto sui social

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Vince 2 milioni di euro con l'ultimo 'Gratta e vinci', il tabaccaio: "E' uscito dicendomi 'ti farò un bel regalo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento