rotate-mobile
Cronaca Zona Universitaria / Via Zamboni

Via Zamboni, graffiti sulle colonne: identificati gli autori, denunciati 6 attivisti Cua

Identificati dai carabinieri nucleo tutela patrimonio culturale, ma alcuni cittadini avevano inviato le foto scattate durante la realizzazione dei murales

Sono stati denunciati per danneggiamento aggravato di beni di interesse artistico sei giovani appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo - CUA, ritenuti gli autori dei murales spuntati durante lo scorso weekend in zona universitaria. I graffiti, che ricoprono alcune colonne e muri di via Zamboni, sono stati realizzati durante il festival "Batti il tuo tempo", organizzato dallo stesso Cua.  

I graffitari sono stati identificati dai Carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale, ma l'indagine ha trovato anche la collaborazione dei cittadini che hanno inviato le foto scattate durante la realizzazione, mentre la Polizia Municipale aveva acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella strada. 

Gli organizzatori dell'evento avevano già rivendicato l'opera definendola "Arte illegale in festival illegale" nel segno dell'autogestione. 

"Si tratta di uno sfregio ai portici di Bologna che sono comunque un patrimonio dell'umanità" aveva detto il procuratore aggiunto Valter Giovannini, che oggi, a indagine conclusa, ringrazia "i cittadini non indifferenti che hanno dimostrato alto senso civico e amore per la propria città". 

Nelle immagini si vede un gruppo di una decina  persone con pennelli, sedie e scali, probabilmente prelevati dalla Facoltà di lettere e filosofia occupata, in via Zamboni 38. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Zamboni, graffiti sulle colonne: identificati gli autori, denunciati 6 attivisti Cua

BolognaToday è in caricamento