menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Museo Morandi al Mambo, Grandi: 'i collezionisti non ritirano le opere'

Sembra isolata la posizione di Cecilia Matteucci, che nei giorni scorsi aveva paventato il ritiro delle opere di Giorgio Morandi di sua proprietà, in polemica con la decisione di spostare definitivamente la mostra delle opere dell'artista bolognese in via Don Minzoni

La decisione del Comune di Bologna di rendere stabile il museo Morandi al Mambo incassa il favore anche dei collezionisti. E' il risultato dell'incontro che si è svolto oggi all'ex Forno del Pane di via Don Minzoni, promosso dal Cda dell'Istituzione musei.

Tranne Cecilia Matteucci, che nei giorni scorsi si è detta contraria al trasloco delle opere del maestro bolognese da Palazzo D'Accursio, arrivando a minacciare il ritiro dei suoi due quadri dati in comodato gratuito al museo (posizione ribadita anche oggi), gli altri estimatori di Morandi "hanno concordato" con il progetto del Comune e "nessuno ha nemmeno lontanamente ipotizzato di ritirare le proprie opere", riferisce il presidente dell'Istituzione musei, Roberto Grandi, parlando alla Dire.

Del resto, sottolinea il professore, "nei giorni scorsi non era arrivata alcuna comunicazione" da parte di collezionisti contrari allo spostamento del Morandi, tranne appunto Matteucci. Dunque "l'incontro è andato bene", commenta soddisfatto Grandi. Alla riunione hanno partecipato 17 collezionisti, a cui è stato presentato appunto il progetto di trasferimento in via definitiva al Mambo delle opere di Morandi.

Oltre a Grandi, erano presenti anche i membri del Cda dell'Istituzione musei, Maura Pozzati e Annapaola Tonelli, e la direttrice Francesca Bruni; l'assessore alla Cultura del Comune, Bruna Gambarelli; il garante della donazione Morandi, Carlo Zucchini; il giurista Luigi Balestra, che ha dato parere legale positivo al trasloco del museo da Palazzo D'Accursio al Mambo.

In collegamento telefonico è intervenuto anche Lorenzo Balbi, che dall'1 luglio sarà il responsabile dell'area Arte moderna e contemporanea dell'Istituzione, a cui è stato affidato il compito di pensare un nuovo allestimento del museo Morandi all'ex Forno del Pane. Durante la riunione, spiega l'Istituzione in una nota, Zucchini "ha ribadito la sua piena soddisfazione per la collocazione delle opere del museo Morandi all'interno degli spazi di via Don Minzoni, come già fatto in precedenza in una lettera del 2013 al presidente e al direttore dell'Istituzione, auspicando che si possa continuare a promuovere il nome di Morandi attraverso una struttura museale in grado di proporre al pubblico un'impostazione di respiro internazionale". (Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento