Museo Morandi al Mambo, il Comune vince in primo grado la causa civile

La mostra era stata spostata nel 2012 e poi non più ricollocata a Palazzo D'Accursio, scatenando l'azione della presidente di confedilizia Elisabetta Brunelli

La prima sezione civile del tribunale di Bologna ha sentenziato a favore del Comune di Bologna, in merito alla causa civile di primo grado mossa dalla presidente Elisabetta Brunelli sul mancato ricolocamento delle opere del museo Morandi a Palazzo D'Accursio. 

A darne notizia è il Comune di Bologna, citando una sentenza pronunciata il 3 marzo scorso. Il tibunale ha deciso che l'attuale collocazione del museo ha "rispettato le volontà della signora Maria Teresa Morandi, sorella di Giorgio Morandi, quando la collezione di opere del fratello è stata trasferita al MAMbo nel 2012, durante il primo mandato del sindaco Virginio Merola".

Oltre a Brunelli a muovere la contesa legale fu anche il “Comitato di volontariato per il Ripristino del Museo Morandi a Palazzo d’Accursio”.

Secondo Palazzo D'Accursio la sentenza "riconosce la correttezza dell’operato del Comune di Bologna sulla base del fatto che nell’atto di donazione del 1991 la signora Morandi “ha tenuto ben distinti lo scopo della donazione da un lato e le clausole regolatrici dall’altro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per il tribunale -continua la nota- la realizzazione di una sezione specifica all’interno del MAMbo, dedicata alle opere del grande artista bolognese, rispetta queste volontà tenuto conto che anche il signor Carlo Zucchini (nominato dalla sorella custode di questi adempimenti) ha condiviso la scelta del Comune. La sentenza sottolinea che il MAMbo è una “sede prestigiosa in un luogo facilmente raggiungibile anche a piedi e all’interno della cerchia muraria cittadina”.

Esprime soddisfazione l’assessore alla cultura Matteo Lepore: “ E’ una conferma della validità di una scelta che questa amministrazione ha compiuto e per questo vorrei ringraziare il Consiglio di amministrazione dell’Istituzione Bologna Musei che già nel 2017, quando la causa è stata promossa, si era espresso a favore della permanenza del Museo Morandi nell’edificio dell’ex Forno del Pane”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +544 nuovi casi, boom a Bologna

  • Test sierologici gratuiti e rapidi, ecco l'elenco delle farmacie aderenti a Bologna e provincia

  • Bar e ristoranti, nuova ordinanza: fissato il termine di chiusure e riaperture

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Incidente e incendio in A1: scontro tra camion e un morto, autostrada chiusa per quattro ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento